Lapo Elkan, quella terribile aggressione allo stadio: ”Mi hanno massacrato”


 

Bocca immobile e parole che escono a stento. L’intervista rilasciata da Lapo Elkann in occasione della finale di Champions League persa dalla Juve a Berlino, aveva fatto il giro del web. Che cosa era successo al rampollo della famiglia Agnelli? Perché parlava in quel modo strano? Il giallo è durato a lungo, fino a oggi, quando Lapo, intercettato da Gazzetta.it, ha spiegato: “Guarda qua”, quindi si è sollevato il labbro superiore. “Dodici punti di sutura e tre denti rotti prima di entrare allo stadio, per colpa di una gomitata involontaria presa nella ressa dell’Olympiastadion”. Un brutto colpo, dunque, per Elkann, e che giustifica le condizioni in cui era apparso. Lapo riprende: “Quando ho dato l’intervista ero sotto effetto di antidolorifici. Giornata no in tutti i sensi, insomma, non solo per il risultato finale”, ha aggiunto il rampollo di casa Elkan.

Potrebbe anche interessarti: “Di notte Barbareschi veniva a casa mia e mi chiedeva soldi per i trans. Sembrava Lapo Elkann”







Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it