Da una pellicola simbolo come i Goonies, all’amore per Drew Barrymore passando al rapporto con Michael Jackson. Amici famosi, successo, amore: Corey Feldam aveva tutto. Un attore che negli anni ’80 sembrava destinato a diventare leggendario


 

Per la generazione anni ’80, quella che ancora guardava i cartoni animati disegnati a mano, girava con il walk man e vedeva nel Game Boy il massimo approdo della scienza quasi fosse una nave aliena, Corey Feldman era un idolo. Lo era per il suo modo da fare sfrontato, per la sua faccia da schiaffi e per il fatto che tutti ma proprio tutti i ragazzini avrebbero voluto essere lui. Un successo fulminante il suo, protagonista di pellicole cult come i Goonies e Lost boys, destinati a diventare il simbolo di una generazione nella memoria collettiva. Sembrava tutti in discesa per Corey. Soldi, successo, una relazione con Drew Barrymore ad appena 15 anni ma che faceva discutere più che se fossero stati adulti, e la profonda amicizia con Corey Haim, il suo “gemello” prematuramente scomparso qualche anno fa. Una coppia indissolubile la loro, che i giornali patinati avevano imparato a conoscere come the “two coreys” i due Corey. (Continua dopo la foto)








In mezzo a tanto successo però nella vita di Feldman c’è entrata la droga. Quella che uccise un’altra promessa di Hollywood, quel River Phoenix grande amico di Johnny Depp, morto dopo una serata a base di droga. Droga che non l’ha risparmiato. Dopo i successi iniziali e le collaborazione di Michael Jackson, suo idolo ammirato al punto da copiarne anche il look finisce nell’oblio fino al 2008 quando esce negli Stati Uniti il seguito di Ragazzi perduti, Ragazzi perduti 2 (Lost Boys – The Tribe), in cui Feldman ritorna nella parte del fratello Frog (ranocchio) che interpretò nel 1987. (Continua dopo le foto)





 

Nel 2010 è uscito negli Stati Uniti il terzo film di Ragazzi perduti, Ragazzi perduti 3 (Lost Boys – The Thirst), in cui Feldman nella parte di Edgar Frog si ritrova con il fratello Alan Frog (non presente nel secondo film). In quest’ultimo episodio ci sono continui riferimenti al primo film in ricordo della scomparsa dell’amico Corey Haim che fu uno dei protagonisti del film nel 1987. Nel 2011 appare nel video musicale Last Friday Night (T.G.I.F.) di Katy Perry interpretando Kirk Terry, padre di Katy Beth Terry (Katy Perry). Nel 2013 appare nel video musicale City of Angels dei Thirty Seconds to Mars. E’ l’ultima apparizione di una carriera che sarebbe potuta essere ben diversa.

Dalla bambina di E.T. a oggi, splendida 40enne che è tornata in pista dopo tanti momenti no. Ma l’avete mai vista Drew Barrymore senza trucco? Dimenticatevi i capelli e il make up da red carpet, eccola qua

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it