“Vi presento mio figlio”. Labbra carnose e guance paffute, eccolo il bambino che lei, star della musica mondiale, ha tenuto nascosto per dieci mesi. La foto, neanche a dirlo, è diventata subito virale


 

Janet Jackson, ancora lei. Dopo il clamoroso divorzio da William Al Mana, suo terzo marito, la sorella del compianto re del pop è tornata a far parlare di sé. Lo ha fatto pubblicando pubblicato su Twitter la prima foto ufficale del figlio, nato 10 mesi fa. ‘Il mio bambino e io dopo un pisolino’, il cinguettio della popstar che ha scatenato i fan che non hanno lesinato complimenti a mamma e bambino. Un po’ di serenità dopo la burrasca dei giorni scorsi. Non si conoscono le precise dinamiche della rottura, ma i due avrebbero deciso di separarsi a causa dei continui litigi. Per la Jackson, da poco mamma a 50 anni, si tratta del 3° divorzio. Il primo con il musicista James DeBarge, sposato ad appena 18 anni e lasciato meno di un anno dopo. Il secondo con il produttore musicale René Elizondo, abbandonato nel 1999 dopo 8 anni di nozze. Per 10 anni, poi, Janet ha fatto coppia con il produttore musicale Jermaine Dupri, prima di conoscere e perdere la testa per Al Mana, il cui patrimonio ammonterebbe ad un miliardo di dollari. (Continua dopo la foto)






Divorzio multi-milionario, quello che si prospetta all’orizzonte, per una rottura, viste le tempistiche, che ha semplicemente del clamoroso. Secondo quanto riportato dal DailyMail, Janet e Wissam avrebbero raggiunto questa decisione di comune accordo. Stando a quanto riferito da una fonte, non ci sarà nessuna battaglia legale per l’affidamento del bambino. Purtroppo, le cose non funzionano e vogliono separarsi. Sono entrambi persone molto impegnate, ma anche determinate a essere buoni genitori, anche se divisi.

(Continua dopo le foto)






 



 

Sono rimasti in rapporti amichevoli e Eissa vivrà con la madre a Londra.

“Lo hanno ammazzato così”. Paris Jackson, bomba sulla fine del re del pop. A distanza di otto anni la figlia di Michael torna a parlare di quei terribili giorni e svela un particolare che riapre il caso

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it