“Ma che ti è successo?”. Difficile riconoscerla, è stata una delle attrici più belle e ammirate di sempre, ma la vita con lei è stata dura: la violenza carnale e poi il vortice di droghe, alcol e botte. Una vera leonessa, anche se un tempo era diversa


 

Splendida. Una sola parola che evoca la bellezza, ma al tempo stesso è poco per esprimere l’incanto che Carrè Otis rappresenta. Modella e attrice diventata famosa negli anni ’80 e ’90 è diventata celebre a soli 20 anni per la sua interpretazione di Orchidea Selvaggia accanto a Mickey Rourke, film che la rese subito una tra le donne più conturbanti del pianeta. Ma soprattutto è su quel set che la supermodella – nata a San Francisco il 28 settembre 1968 – cominciò la sua burrascosa e nota relazione con Rourke, oggi 59enne. Carré Otis è sempre una bella donna, ma per mantenere intatta nel tempo la sua bellezza forse ha ecceduto un po’ troppo con i ritocchini, tanto che solo guardando un po’ più a lungo le sue foto, la riconosciamo. Il viso morbido di un tempo ha lasciato spazio e spigoli leggermente troppo prominenti. Anche le labbra che sono state sempre carnose, ora sono turgide oltre il limite di una donna che si affaccia ai 50 anni, come anche la pelle super tirata. Ma nulla si può dire all’insieme, resta sempre una bellissima creatura. La Otis non ha mai perso il suo sguardo profondo, dietro al quale si intravede la sofferenza. Carré però è una donna forte: “dalle brutte avventure della mia vita mi ha salvato l’ottimismo”. (Continua a leggere dopo la foto)







Recentemente Carrè ha presentato il suo libro Beauty distrupted (Bellezza distrutta), non ancora tradotto in italiano: è la sua biografia scritta con Hugo Schwyzer. Racconta del suo passato burrascoso, dalla violenza sessuale subita 17enne a Parigi da parte dell’allora capo di un’agenzia di modelle che la iniziò anche alla cocaina: “Mi diceva che mi dava energia e mi manteneva magra”, e ovviamente anche del pericoloso amore con Rourke con cui rimase sposata dal 1992 al 1998. Poi altre cadute: le dipendenze, la droga, l’alcool e i disturbi alimentari e poi la  risalita che l’ha portata a quella che è oggi, moglie di un ingegnere, madre di due bambine, di 3 e 5 anni. (Continua a leggere dopo le foto)








 

Oggi la Otis vive in Colorado dove è molto impegnata nel sociale e nella battaglia per le libertà delle donne: “voglio incoraggiare le donne a una visione corretta e più critica nei confronti dei codici di bellezza femminili veicolati dai media che ti dicono come devi essere”, ha spiegato, e per questo recentemente ha sfilato a Milano per Elena Mirò, marchio di taglie comode. “Ho un  blog – spiega – Parlo, mi confronto con le donne, attraverso la mia esperienza”. “Non essere più schiave della taglia è una rivincita femminile ” continua Carré, oggi taglia 44. 

Ti potrebbe interessare anche: “Sono diventata un mostro, i ritocchi mi hanno devastato la faccia”. Ricca, famosa e bellissima, ma con una vita segnata dai lutti e dal dolore. Oggi, dopo tanta sofferenza, si è ridotta in questo stato. E pensare che un tempo era completamente diversa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it