Rocco choc: “In auto a 200 sperando di schiantarmi”. Ecco perché voleva morire


 

Reduce dall’Isola dei Famosi, affetto – dice lui – da problemi proprio lì, deciso – sempre a sua detta – a cambiare vita, Rocco Siffredi si confessa a La Zanzara di Radio 24. E la sua è una confessione choc: “Prima dell’Isola ero tornato a fare quello che facevo prima. Ho passato giorni terribili e alla fine del 2014 mi volevo ammazzare, avevo ripreso la strada della dipendenza estrema dal sesso. Prendevo la macchina e andavo velocissimo, a 200 all’ora e dicevo: adesso mi schianto così non mi preoccupo più”.

Rocco spiega come gli impulsi che lo spingevano a tradire la moglie fossero terribili. Un rimorso troppo grande tanto da spingerlo a idee suicide. “Volevo farla finita. Andavo con chiunque – ribadisce – e più schifosa era meglio era. Non mi divertivo neanche più”. Siffredi racconta di essere andato a letto con almeno 300 donne. E ancora: “Ero arrivato a tal punto che mollavo mio figlio che chiedeva di stare insieme a me. Io gli dicevo che andavo in ufficio e invece andavo a sc..are. Lui si era abituato a non avere un padre“.

Ti potrebbe interessare anche:  La moglie di Rocco Siffredi: “Non sono gelosa. Io almeno so sempre dov’è mio marito”