Fisco, ecco tutte le novità in arrivo nel 2015


Dall’anno prossimo converrà fare pace: chi concluderà con successo un arbitrato o una negoziazione assistita avrà diritto a un credito di imposta fino a 500 euro sul compenso dell’avvocato. È una delle tante novità fiscali previste dagli emendamenti del governo alla legge di stabilità. Ancora: se dopo aver presentato il 730 si avrà diritto a un rimborso per oltre 4 mila euro, l’Agenzia delle Entrate dovrà corrisponderlo entro sette mesi dal termine della presentazione delle dichiarazione, quindi entro febbraio dell’anno successivo.  (continua dopo la foto)







Italia Oggi segnala anche altre novità in arrivo, come la possibilità di ricorrere al ravvedimento operoso per errori e omissioni fiscali, pagando un quinto del minimo della sanzione, anche dopo che la guardia di Finanza ha consegnato il verbale di contestazione. I controlli, però, non si fermeranno. Come avevamo già scritto, un altro emendamento ha bloccato anche per il 2015 a  113.50 euro il canone Rai, mentre sale dal 10 al 22% l’iva applicabile alle cessioni di pellet, e questo certo non farà piacere a chi per scaldare la sua casa utilizza questo tipo di combustibile. (continua dopo la foto) 

Canone Rai, altro che riforma: anche nel 2015 costerà 113,5 euro






Gli emendamenti del governo vanno anche incontro alle richieste del mondo dello sport. Verranno infatti facilitati i pagamenti in contanti alle associazioni sportive dilettantistiche, innalzando il tetto da 516 a 1000 euro, mentre le società di Lega Pro che fanno contratti a calciatori tra i 14 e i 19 anni otterranno fino a 5165 euro di sgravi contributivi per ogni assunzione  un credito d’imposta pari al 50% degli stipendi.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it