Iniziano i saldi estivi! La notizia arriva a sorpresa: quando e (soprattutto) dove


Sono stati anticipati al prossimo sabato 25 luglio i saldi estivi che i negozi potranno apporre ai propri oggetti in vendita. La decisione, arrivata dalla Regione, è volta a “dare un nuovo impulso alle attività commerciali che tanto hanno sofferto durante il lockdown”, come spiegato dal presidente della Lombardia Attilio Fontana. Il governatore ha poi aggiunto che “allo stesso tempo, offriamo un’opportunità di risparmio per i cittadini che decidono di fare acquisti”.

La nuova data è stata ufficializzata dopo il via libera della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome dello scorso 7 maggio. La Conferenza ha stabilito che sono le singole Regioni a decidere quando e se anticipare l’inizio del periodo di saldi rispetto alla classica data, fissata per l’1 agosto. (Continua a leggere dopo la foto)






A tal proposito, l’assessore allo Sviluppo economico lombardo Alessandro Mattinzoli, ha spiegato che “il percorso che ha portato alla decisione di anticipare i saldi nasce da sollecitazioni scaturite da un confronto serrato con le categorie”. Mattinzoli ha poi concluso dicendo che “la strada del dialogo è sempre stata e continuerà a essere alla base del rapporto tra la nostra Giunta e le associazioni di settore”. (Continua a leggere dopo la foto)






La nuova data darà certamente una ventata di entusiasmo ai negoziatori, a patto che le regole anti Covid continuino ad essere rispettate. Già ora, per quanto riguarda la città di Milano e le sue principali vie dello shopping, l’ingresso è contingentato e adeguato allo spazio a disposizione del negozio. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Ogni cittadino è obbligato a vestire la mascherina, così come i commessi, e a igienizzarsi le mani prima di entrare. Inoltre, ad ogni cliente viene misurata la temperatura corporea. Qualora risultasse pari o superiore a 37,5 gradi, non gli sarebbe concesso entrare. Tutti i capi provati, infine, vengono riconsegnati ai commessi che procedono con la sanificazione degli indumenti.

Ti potrebbe anche interessare: “Bye bye, Silvio”. Francesca Pascale dice addio a Berlusconi. E il Cavaliere la liquida con questa ‘buonuscita’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it