“50 cent. per dividere a metà una sfogliatella”.E scoppia subito la polemica


L’ennesima foto di uno scontrino ha generato una polemica senza fine. Si parla di una sfogliatella divisa in due e scatta l’aumento di 50 centesimi. È accaduto al Bar La Rocca a Ponticelli nella zona est di Napoli. A riportarlo è il presidente di Federconsumatori della Campania, Rosario Stornaiuolo che mostra sui social lo scontrino incriminato. La dicitura è proprio “diviso due” e di fianco, nella colonnina dei prezzi, il sovrapprezzo di 50 cent.

“Incredibile e ridicolo un bar a Ponticelli aggiunge 50 centesimi allo scontrino perché taglia in 2 la sfogliatella. Fermiamo queste pazzie. Non è una questione di 50 centesimi ma di etica nel commercio”, è intervenuto Stornaiuolo. La vicenda continua con il commento del cliente vittima dell’aumento della sfogliatella divisa sul sito di Fanpage. “Devo premettere che abbiamo mangiato un’ottima sfogliatella napoletana”. (Continua a leggere dopo la foto)






E ancora: “Ma sono rimasto sbalordito quando ho letto la maggiorazione di 50 centesimi per la divisione del dolce sullo scontrino. Non è tanto una questione di prezzo, perché li avremmo lasciati probabilmente di mancia, ma non possiamo essere noi clienti a dover pagare la crisi del Coronavirus”. (Continua a leggere dopo la foto)






Sempre nella sezione Napoli di Fanpage si segnala la reazione del Bar la Rocca che avrebbe risposto al cliente che la maggiorazione era dovuta anche al fatto che i due avventori avevano preso anche un bicchiere d’acqua. Infine, su Il Mattino, si segnala anche un’ulteriore precisazione del titolare dell’esercizio di Ponticelli, Carmine Spagnuolo. (Continua a leggere dopo la foto)



 


“Riguardo i 50 centesimi della divisione della sfogliatella, ci tengo a precisare che offriamo un servizio e non si tratta solo di dividere la sfogliatella ma di servire il dolce in 2 piattini e con 2 posate al tavolo”. Insomma, in un momento delicato per bar e ristoranti arriva una mazzata pesantissima per un’intera categoria. Ma la domanda sorge spontanea: è giusto o sbagliato questo sovrapprezzo?

Ti potrebbe anche interessare: “Sono 7…”. Cecilia Rodriguez, la ‘triste’ confessione. Anche se in molti lo avevano già capito

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it