Coronavirus, finalmente una bella notizia: “Bollette più basse da aprile”


Sappiate che da aprile le bollette di elettricità e gas saranno più basse del solito. Ad annunciarlo è Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Le riduzioni saranno del 18,3% per quanto riguarda l’elettricità, e del 13,5% per il gas.”Le perduranti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, legate ad una decisa riduzione dei consumi anche a causa dell’emergenza Covid-19, e una sostanziale stabilità nel fabbisogno degli oneri generali portano infatti ad una riduzione del -18,3% per l’elettricità e del -13,5% per il gas”, si legge in una nota di Arera.

“Mai come in questo momento è evidente la complessità dei legami del sistema energetico”, ha detto il presidente di Arera, Stefano Besseghini. Che ha sottolineato come il governo e le istituzioni devono assicurare la continuità dei servizi: “La buona notizia della riduzione dei prezzi per i consumatori è il riflesso di un rallentamento globale dell’economia. Su questo labile equilibrio le istituzioni, i governi e le Autorità di regolazione devono operare, durante questa emergenza, per garantire continuità dei servizi e sostegno ai cittadini, senza compromettere la tenuta del sistema”. (Continua a leggere dopo la foto)










Besseghini ringrazia quindi i cittadini, sottolineando come sia importante il contributo di coloro che stanno continuando a pagare in queste settimane difficili: “Dal canto loro anche i cittadini, mantenendo la regolarità dei pagamenti, in un momento straordinario come questo, stanno già contribuendo con un importante atto di solidarietà”. Nella nota di Arera si legge ancora: “Viene aumentata fino ad 1 miliardo e mezzo di euro (rispetto al miliardo attuale) la disponibilità massima dello specifico conto già istituito presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali per l’emergenza COVID-19, per garantire la sostenibilità degli attuali e futuri interventi regolatori a favore dell’intera filiera dell’energia elettrica e del gas, con beneficio in ultima analisi per consumatori e utenti”. (Continua a leggere dopo la foto)






Per farla breve, aumenta di mezzo miliardo il fondo stanziato alla Cassa per i servizi energetici ambientali che servirà a continuare a garantire la fornitura di gas ed elettricità durante l’emergenza coronavirus. “Per quanto riguarda le principali commodity energetiche, i forti cali all’ingrosso – primi fra tutti quelli del petrolio – scontano la prospettiva di una riduzione sensibile della domanda già nel mese in corso e in quelli successivi, per effetto delle misure stringenti adottate dalla maggior parte dei Paesi in relazione alla pandemia (con riduzione dell’operatività delle filiere produttive, chiusura delle attività non essenziali, limitazione degli spostamenti interni e internazionali). (Continua a leggere dopo la foto)



 


A ciò si aggiunge il significativo trend al ribasso dei prezzi spot del gas naturale, già iniziato nel primo trimestre 2020, da cui dipende fortemente la generazione elettrica”, si aggiunge nella nota.

Ti potrebbe anche interessare: Lutto nel mondo di giornalismo italiano. È morto Massimo Vincenzi de La Stampa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it