Arriva il bonus famiglia: 500 euro dall’Inps. Tutte le info: a chi spetta e come richiederlo


 

È operativo il bonus famiglie numerose. Lo rende noto con una circolare l’Inps. Si tratta del bonus famiglia o bonus quarto figlio, una misura prevista con un decreto attuativo della Legge di stabilità, riconosciuta alle famiglie già beneficiarie degli assegni familiari concessi dai Comuni con almeno 4 figli ed è pari a 500 euro. Vale la pena cercare di capire a chi è riconosciuto il bonus, come deve essere richiesto, come e quando viene erogato. Come è possibile leggere sul sito LaLeggePerTutti.it, il bonus famiglia è riconosciuto ai nuclei familiari con 4 o più figli, già beneficiari, relativamente all’annuo 2015, dell’assegno familiare del Comune per tre figli minori, con un ISEE non superiore a 8.500 euro.

(Continua a leggere dopo la foto)








Il beneficio è erogato se, nel corso dell’anno 2015, è stata presentata una dichiarazione Isee (DSU) non superiore a 8.500 euro, dalla quale risulti un nucleo familiare con almeno 4 componenti di età inferiore a 18 anni. Se la nascita del quarto figlio o il suo ingresso nella famiglia (adozione o affidamento) avviene successivamente alla presentazione della domanda di assegno, deve essere presentata una nuova dichiarazione Isee entro il 31 maggio 2016. L’indice Isee di riferimento per la verifica della soglia di 8.500 euro è quello del terzo componente minorenne. Il criterio è però derogato nel caso in cui il genitore del quarto figlio minore sia non coniugato e non convivente con l’altro genitore e questi abbia riconosciuto il figlio.






Per il bonus famiglia non è necessaria una domanda apposita dell’interessato ma è sufficiente la domanda già presentata per la concessione dell’assegno familiare del Comune, relativo all’annualità 2015. Questo bonus è riconosciuto dall’Inps direttamente al momento dell’erogazione dell’assegno per il nucleo con tre figli minori, se sussistono le condizioni già esposte relative al numero dei componenti ed alla soglia Isee di reddito.



L’importo del bonus famiglia è di 500 euro e viene corrisposto ai beneficiari dell’assegno familiare secondo le modalità di accredito di tale assegno (13 mensilità) e in corrispondenza del primo accredito utile. Il bonus famiglia è analogo, per natura e per platea di beneficiari, all’assegno al nucleo familiare corrisposto dai Comuni, il beneficio non concorre alla formazione del reddito complessivo ed è esente dall’imposizione.

 

Avete cani e gatti? Pagate meno tasse: ecco le detrazioni fiscali che vi spettano

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it