Ponte del 25 aprile, brutte notizie per gli italiani in partenza. Ecco che cosa sta succedendo in queste ore sulle strade


 

Brutte notizie per gli automobilisti in vista del ponte del 25 aprile e della tradizionale gita fuori porta che, a conti fatti, ci costerà di più: sono in arrivo infatti rialzi sul prezzo del carburante. Colpa delle quotazioni internazionali del greggio che, sia sul mercato europeo che su quello americano, continuano a salire. Lo rileva Staffetta Quotidiana, secondo la quale questa mattina Esso ha aumentato di un centesimo al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio; mentre per TotalErg rialzo di un cent sul diesel.

(continua dopo la foto)



 

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati da Staffetta sono: benzina self service a 1,442 euro/litro (+0,1 cent, pompe bianche 1,412), diesel a 1,239 euro/litro (+0,1 cent, pompe bianche 1,215). Benzina servito a 1,536 euro/litro (+0,2 cent, pompe bianche 1,449), diesel a 1,336 euro/litro (+0,1 cent, pompe bianche 1,254). Gpl a 0,534 euro/litro (invariato, pompe bianche 0,519), metano a 0,982 euro/kg (invariato, pompe bianche 0,973). Non proprio una stangata per i consumatori anche se per il diesel si tratta del quarto rialzo consecutivo. Eppure non tutti i mali vengono per nuocere visto che, il rincaro, potrebbe spingere in molti a utilizzare mezzi di spostamento ecologici come il treno. Pensateci, oggi è anche la giornata della Terra del resto.

 

”Scintille” a lavoro, litiga con i colleghi e si vendica in un modo atroce: li cosparge di benzina e gli dà fuoco. Il video choc fa il giro del web