Revisione auto, brutte notizie per chi guida. Cosa cambia e perché


 

“Serve un aumento delle tariffe, vanno cambiate”. Scatta una petizione per chiedere l’aumento della revisione dell’auto da parte del Cna (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) Autoriparazione che, a livello nazionale, chiede di sbloccare listini fermi da 12 anni.

(Continua a leggere dopo la foto)



Stando a quanto riportato dal Corriere della Sera, oggi far revisionare la propria auto costa circa 70 euro. Un prezzo che, se la richiesta fosse accolta, salirebbe fino a 80. “Adeguarsi ai canoni di sicurezza imposti dal nuovo protocollo informatico della motorizzazione – comunica la Cna – ha comportato consistenti investimenti che ora però devono avere il giusto riconoscimento”.

“Da qui – prosegue poi la rivendicazione – parte la nostra rivendicazione nei confronti del governo. La porteremo avanti sull’intero territorio nazionale, coinvolgendo anche gli iscritti alle altre associazioni artigiane, e per la quale chiederemo il sostegno dei parlamentari della nostra provincia”.

La revisione è obbligatoria e indispensabile per certificare che il mezzo in nostro possesso è idoneo o meno a circolare. Le scadenze temporali sono ben definite dalla legge, e variano a seconda che si tratti di un veicolo nuovo o usato.

 

Assicurazione e revisione auto, attenti alle novità (e alle multe pesanti)