“Tutto ok!”. Dopo la paura ecco la gioia. L’annuncio del super vip dall’ospedale dopo l’intervento al cuore


“Eccomi ragazzi! un po’ provato ma felice l’intervento è andato bene e dopo una notte in cardiorianimazione oggi mi hanno trasferito in reparto. non avete idea della forza che mi ha dato leggere tutti i vostri messaggi GRAZIE vi voglio bene!! vi aggiorno presto”. Poche parole per calmare l’ansia dei suoi milioni di fan in Italia e in tutto il mondo. Un messaggio risicato che, in pochi secondi, ha ricevuto un numero imprecisato e in crescita costante di cuori e condivisioni. Ad annunciare un problema fisico e la necessità di sottoporsi a un intervento esta stato lui.

Come messo aveva scelto ancora una volta Instagram. “Ciao👋 devo dirvi una cosa.. Sto per affrontare un’operazione un po’ complicata per cercare di risolvere un problemino che mi insegue ormai da tanti anni: il mio cuore , ironia della sorte, non va a tempo 🤷🏻‍♂‍ per colpa di una delle valvole principali al suo interno che è malata, e non funziona bene. Si tratta di una malattia congenita (leggasi difetto di fabbrica) che purtroppo è degenerativa”, aveva scritto.  Continua dopo la foto






E ancora: “Ho avuto una vita normale finora, come potete vedere dalle tante foto in cui faccio ogni tipo di sport, ma i medici che ormai da anni mi seguono mi hanno detto che ho raggiunto uno stadio in cui se non mi opero andrò incontro a complicazioni…e a noi non piacciono le complicazioni vero? 😅 Quindi eccomi qua! Tra un po’ me ne vado sotto i ferri”. Continua dopo la foto






Paura, apprensione, e preghiere che non sono mancata sui social. Poi l’annuncio di pochi minuti fa che ha fatto felici tutti. Gabry Ponte ha superato brillantemente l’operazione. E sui social, come detto, è esplosa la festa. Gabry Ponte infatti à probabilmente uno dei dee jay più famosi e popolari degli ultimi 30 anni tanto da approdare anche nelle giuria di Amici. La carriera di Gabry Ponte, nato a Torino il 20 aprile 1973, parta da lontano nella BlissCo in qualità di deejay nel 1993. Continua dopo la foto



 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da gabry ponte (@gabryponte)

 


Ad appena 20 anni mostra un talento incredibile che lo porta a collaborare sul finire degli anni Novanta con Maurizio Lobina e Jeffrey Jey dall’unione con i quali nasceranno gli Eiffel 65 con l’anno di grazia 1999, con il tormentone Blue (Da ba dee), in cui conquistano il primo posto in classifica in oltre 24 paesi. Poi 20 anni di successi, oggi il più bello.

Ti potrebbe interessare: “Devo operarmi al cuore”. Gabry Ponte, è lui a spiegare di cosa soffre: “Non si può più rimandare”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it