Tradimento, 10 “regole” per non farsi beccare dal partner


A ognuno il suo momento di evasione. Dove, quando, come e con chi, tutto dipende dalla personalità del potenziale fedigrafo. Ma poi, come fare per non farsi scoprire dal proprio partner? Seguire i consigli dell’amico, collega? Non quelli dell’avvocato perché vorrebbe dire essere già in “fase terminale”. A sintetizzare dieci consigli utili ci ha pensato IncontriExtraconiugali.com, sito dedicato (testualmente) a “adulterio, infedeltà, avventure”. Fonte attendibile, dunque.

1 – Assoluta discrezione. La scelta del luogo è fondamentale
Gli incontri extraconiugali devono avvenire in un luogo protetto da occhi indiscreti. Evitare assolutamente i luoghi affollati, o peggio, quelli che possono essere frequentati dal proprio partner o da conoscenti. Il posto di lavoro è spesso il luogo scelto da molti per tradire: tuttavia è necessario prestare molta attenzione alle conseguenze che potrebbero generarsi sul piano professionale. Meglio scegliere un ambiente più neutrale.

2 – Attenzione al telefonino, ai social network e alla mail
Nella gestione delle comunicazioni con l’amante è preferibile non utilizzare la scheda telefonica ufficiale, quella adoperata abitualmente. E’ assolutamente consigliato organizzare gli incontri extraconiugali avvalendosi di un indirizzo di posta elettronica apposito. Per quanto  riguarda i social network bisogna prestare particolare attenzione: bastano pochi amici in comune per rovinare gli incontri hot. E’ di gran lunga meglio mantenere il proprio amante al di fuori di Facebook e Twitter.

3 – Assenze strategiche e incontri pianificati
Quando si vive una relazione extraconiugale è facile lasciarsi andare al fuoco della passione e perdere il contatto con la realtà. Tuttavia per mantenere un equilibrio nella vita personale che garantisca serenità, si raccomanda di gestire al meglio le assenze da casa con scuse plausibili. Per gli uomini è bene alternare la partita di calcetto alla cena di lavoro. Per le donne, invece, si può utilizzare come scusa, alcune volte il cinema con le amiche, altre volte il benessere e la cura del proprio corpo.

4 – Tre indizi fanno una prova
Prestare attenzione alle tracce degli incontri extraconiugali. Non lasciare nelle tasche ricevute d’albergo, scontrini di cene a ristoranti di lusso o biglietti del cinema. Non rientrare in casa con vestiti contenenti residui di trucco o di profumo dell’amante.

(continua dopo la foto)

 







 

5 – Mantenere le proprie abitudini
Non cambiare improvvisamente le proprie abitudini sulla base della relazione extraconiugale. Cercare quindi di mantenere, per quanto possibile, i propri orari e ritmi di vita. Nella relazione con il compagno stabile cercare di conservare gli spazi di vita insieme.

6 – A domanda, rispondere con convinzione
Se nonostante tutti i dovuti accorgimenti, il partner si rivela comunque sospettoso e richiede dei chiarimenti in merito alle nostre frequentazioni, evitare di essere evasivi e sfuggenti. Preparare sempre un alibi di ferro, con dettagli precisi su luogo, orario e compagnia che coprano il momento del tradimento.

7 – L’amante perfetto
Selezionare il proprio amante in maniera accurata: evitare persone che appartengano all’ambiente lavorativo oppure vicine alla famiglia. Tutti questi accorgimenti sono fondamentali per non diventare ricattabili e trasformare un piacevole incontro extraconiugale in una relazione pericolosa. Evitare anche i single: chi ha già una relazione ufficiale accetterà più di buon grado il ruolo dell’amante, senza pretendere un coinvolgimento eccessivo.

8 – Ricordi impressi nella mente. E basta
Durante gli incontri extraconiugali evitare assolutamente foto e filmati in compagnia dell’amante. Anche se questo significherebbe rinunciare ad incontri più piccanti. Questi divertenti giochi a due potrebbero diventare una prova tangibile che potrebbe essere usata contro di voi.

(continua dopo la foto)

 






 

9 – Nessun confidente
Non confidare a nessuno la propria relazione extraconiugale, nemmeno ad amici fidati, confidenti abituali o parenti. La bontà dei loro sentimenti nei nostri confronti o, peggio ancora, verso il/la partner potrebbero generare degli ostacoli inaspettati e costringerci a uscire allo scoperto.

10 – Negare, negare, negare sempre
Nel caso in cui, nonostante abbiate seguito, passo dopo passo questo vademecum, il vostro partner giunga alla conclusione che lo avete tradito, non vi resta che negare. Se non siete stati colti sul fatto, infatti, sarà sempre la sua parola contro la vostra.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it