Bimba alla deriva con l’unicorno gonfiabile: il salvataggio del traghetto è incredibile


Si è allontanata con il suo unicorno gonfiabile senza che i genitori se ne accorgessero ed è finita in alto mare, lontanissima dalla riva, a largo della costa di Antirrio, nel Golfo di Corinto, in Grecia. E così gli stessi genitori hanno dato l’allarme per ritrovare la loro bambina di cinque anni. La bambina era finita in mare aperto ed è stata salvata da un traghetto di passaggio.

Il fatto, che fortunatamente non ha avuto gravi conseguenze, è avvenuto in Grecia, sul ponte che collega il Peloponneso. I genitori se la sono cavata così soltanto con un grosso spavento. Il video del salvataggio della piccola dell’unicorno, al largo del paese di Antirrio, dove un ponte collega la Grecia continentale al Peloponneso, ha fatto il giro del mondo in poche ore. Perché ha dell’incredibile. (Continua a leggere dopo la foto)






Dopo l’allarme lanciato dalla coppia la capitaneria del porto si è messa in contatto con il traghetto “Salaminomachos”, il più vicino alla posizione della piccola. Il traghetto, che stava seguendo la rotta Rio-Antirio ha rallentato, ha abbassato il portellone di prua mentre la corrente portava la piccola verso i membri dell’equipaggio che l’hanno soccorsa. (Continua a leggere dopo la foto)






«Mi stavo avvicinando al porto di Antirrio quando le autorità portuali mi hanno avvisato di un bambino spinto al largo dalla corrente con il suo gonfiabile. Appena l’ho localizzato mi sono avvicinato», ha raccontato poi Grigoris Karnesis, il capitano del traghetto, alla televisione locale Mega. (Continua a leggere dopo la foto)



 

«La piccola era sotto choc. Era aggrappata a questo gonfiabile, senza muoversi. Come una statua di sale. Ma quando ci ha visto ha gridato. Anche la madre, quando è stata chiamata per venirla a prendere, era nelle medesime condizioni: è stato uno spavento enorme per entrambi».

Elisabetta Gregoraci, la confessione intima a pochi giorni dalla sua partecipazione al GF Vip

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it