“La verità è un’altra”. Federico Fashion Style, succede dopo la polemica per lo scontrino da 600 euro


La notizia circola da un po’: una donna è andata a farsi capelli nel rinomato salone di Federico Fashion Style e, quando lui le ha presentato il conto, è rimasta senza parole. Avrebbe dovuto pagare 600 euro ma lei si aspettava di doverne sborsare al massimo 300. “Un conto salato, non posso pagarlo”, avrebbe detto la signora come riporta il giornale locale Ilcaffe.tv.

Quindi Federico Fashion Style ha chiamato il Numero Unico delle Emergenze, chiedendo l’intervento dei poliziotti del Commissariato di Anzio, ai quali è stata spiegata la faccenda. Lui a quel punto avrebbe detto che sarebbe stato disposto a non farle pagare nulla mentre lei insisteva per pagare la cifra che riteneva giusta per ciò che aveva fatto. Ora, però, arriva un comunicato ufficiale dal salone di bellezza. Secondo Federico Lauri – questo il vero nome del parrucchiere del Salone delle meraviglie – la donna sapeva benissimo l’importo che le sarebbe stato chiesto alla fine del trattamento. Continua a leggere dopo la foto






Ma, al momento di pagare, avrebbe provato a fare la furba. “La cliente entrava alle ore 11 e terminava i trattamenti richiesti alle ore 17 – dichiara in una nota Federico Lauri – Il costo dei servizi resi alla cliente era conosciuto sin dall’ingresso della stessa all’interno del locale dal momento che vi è esposto il listino prezzi di tutte le prestazioni offerte alla clientela. La conoscibilità dei servizi da parte di tutta la clientela di Federico Fashion Style è sempre stata reale ed effettiva” ha scritto l’hair stylist. Continua a leggere dopo la foto






E ha aggiunto: “Tanto che anche gli agenti accertatori intervenuti sul posto hanno ritenuto che alcuna sanzione dovesse essere elevata al salone, evidentemente adempiente ai propri obblighi e doveri di pubblicità nei confronti dei propri utenti”. “Ci ha provato”, ha commentato Lauri su Instagram. Il fatto è avvenuto ad Anzio, presso il noto salone di Federico Fashion Style. Ma come è finita la storia? Alla fine della discussione Lauri e la cliente si sono accordati per la rimozione delle extension. Continua a leggere dopo la foto



“La nota eleganza del signor Federico Lauri risolveva la bagarre offrendo alla cliente la rimozione delle extension affinché quest’ultima potesse procedere al pagamento di una somma inferiore – precisa la nota – La trovata soluzione non ha impedito alla Federico Fashion Style di subire comunque un danno economico consistente nell’impossibilità di riutilizzare in altro modo le extension rimosse così come imposto dalla normativa di igiene”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Questo comunicato ho deciso di postarlo proprio per raccontarvi dell’accaduto di ieri!….naturalmente la signora era informata…ma molto probabilmente ci voleva provare!…apparte questo…sono qui a dirvi di non credere a ciò che e’ stato scritto su testate anche perché ho i legali stanno provvedendo a rettificare la fake news che hanno scritto!…ma mi viene comunque da pensare ad una cosa…come hanno fatto le testate a scrivere ciò… bhe ve lo spiego subito… naturalmente qualcuno come al suo solito si diverte a dare notizie sbagliate ad infangare il lavoro degli altri e a puntate il dito ad una persona come me che lavora h24 specialmente per questo paese #anzio dove ho cercato di dare un immensa visibilità sia con il programma “il salone delle meraviglie” e sia con la frequentazione assidua di tantissimi personaggi che hanno e frequentano il mio salone….allora mi viene da chiedere…perché nessuno dice e scrive nulla ?! Bhe’ perché fa comodo scrivere solo ciò che fa comodo a loro! Io sono onesto e ne sono fiero di ciò che ho fatto e di ciò che ho costruito da SOLO dando anche visibilità al mio paese di nascita al quale io sono legato….ma putroppo questo paese non merita tutto il mio affetto! A malinquore mi viene da dire…questo è ‘ ANZIO !

Un post condiviso da Federico Fashion style (@federico_fashion_style) in data:

 

“Non voglio pagare, il conto è troppo salato”. E Federico Fashion Style chiama la polizia: la cifra

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it