“Gli ha dato alla testa”. È guerra tra Chef Rubio e Enrico Mentana: “Ci vediamo alla prossima…”


Oramai quando si parla di “botte da orbi sui social” si è quasi certi che di mezzo c’è Chef Rubio. Stavolta Gabriele Rubini ha attaccato Enrico Mentana. “Periodicamente l’America si riscopre esposta al morbo dell’odio interetnico“, ha commentato il direttore del TgLa7 con riferimento all’uccisione di George Floyd, il 46enne afroamericano rimasto ucciso durante un controllo di polizia a Minneapolis. “Pensavo fosse razzismo, invece era odio interetnico”, ha commentato Rubio. Stavolta però lo chef ha trovato un terreno impervio: “Qualcuno spieghi a costui che sono la stessa cosa. L’odio gli ha dato alla testa”, ha risposto secco Mentana.

Rubini però non ha mollato il colpo: “Ma poi caro Tony Mentana, so du’ vorte che me stuzzichi e du’ vorte che t’azzitto, accanna che non so un webete ( ahaah ancora rido ). Ma poi perché te rivolgi a me sempre in terza persona? Ah, ricerchi la òla dei tifosi. Me poi pure risponne, mica me te magno“. Non pago, ha proseguito: “Comunque non è difficile scrivere la parola razzismo: raaaa zzzzzis mo. Riproviamo: raaaa zzzzzis mo. Bene, ci vediamo alla prossima puntata in cui proveremo a scrivere la parola Palestina, con la quale avete ancora tanti problemi. Studiate che non voglio rimandarvi a Settembre”. (Continua a leggere dopo la foto)









Solo qualche giorno fa la miccia che fece esplodere tutto: la vicenda iniziò da un commento di Rubio all’intervento in difesa dei curdi che il fumettista Zerocalcare ha pronunciato nel corso della puntata di venerdì 15 maggio di Propaganda Live. L’ex cuoco tv, in vena di polemica come spesso accade, mosse una velata critica all’intero programma. (Continua a leggere dopo la foto)






“Me so chiesto, famme anna’ a vede se hanno mai fatto vignette sulla Palestina visto che fanno l’amici dei Curdi? Magari me le so perse. No, me che non l’hanno mai fatte ahhahhaha”, ha scritto Rubio su Twitter. La prima reazione arrivò proprio da Makkox, disegnatore e co-autore della trasmissione satirica, che bloccò il profilo dello chef. Nei commenti al messaggio spuntò poi il nome di Mentana, definito da qualcuno, “il peggior sionista”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Il conduttore del TgLa7, per tutta risposta, condivise la thread sulla sua pagina Instagram, allegando il commento, “lo Chef del Paese”, e scatenando altri messaggi d’odio verso di lui da parte dello Chef. “Un uomo che riduce un altro uomo a una professione è piccolo: lo chef del paese ha parlato. Almeno io parlo li mortacci vostra e parlo senza prende na lira. La differenza fra me e voi è che io dico tutto mentre voi che dovreste farlo per mestiere fate la selezione all’ingresso”, aggiunse Rubio. Sarà finita qua?

Ti potrebbe anche interessare: “Ecco perché al sud Italia si ammalano meno”. Coronavirus, la nuova tesi

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it