Antonino Cannavacciuolo, ecco quanto costa un pranzo dello chef a casa. Menu e prezzo


Proprio come Carlo Cracco, anche chef Antonino Cannavacciuolo sta riorganizzando la riapertura dei suoi ristoranti e prova a ripartire dopo il lungo lockdown dovuto all’emergenza sanitaria: non col servizio al tavolo, perché le sale dei suoi ristoranti sono ancora chiuse al pubblico, ma limitandosi alla consegna a domicilio.

Che non vale però per Villa Crespi, fiore all’occhiello dell’offerta gastronomica del famosissimo cuoco campano e volto della tv che è amatissimo anche su Instagram dove conta oltre 2 milioni e 700mila follower. Villa Crespi di Orta San Giulio nel novarese, infatti, è l’unico dei 3 ristoranti di Cannavacciuolo che non ha ancora ripreso le attività, come si capisce dalla risposta data dallo staff a un utente che chiedeva informazioni per prenotare una cena importante. (Continua dopo la foto)









Chi gestisce l’account ufficiale di Villa Crespi ha infatti risposto all’utente in questione che non c’era ancora una data precisa prevista per la riapertura. Ma i fan della cucina di chef Antonino che abitano a Torino e a Novara possono usufruire del delivery organizzato nei rispettivi Bistrot. Di seguito tutte le informazioni sui menu proposti e il prezzo. (Continua dopo la foto)






Il Cannavacciuolo Bistrot di Torino già dal 13 maggio offre servizio delivery e take away. L’ordinazione va effettuata entro le 10.30 per il pranzo ed entro le 16.30 per la cena e le consegne avvengono solo in città. Un pasto completo costa 55 euro (ma si può anche ordinare à la carte) e, si legge sul sto, comprende tonno vitellato con maionese di bottarga, paccheri di Gragnano con ragù napoletano, guancia di vitello con nocciole e friggitelli, e un babà napoletano. (Continua dopo le foto)



 


Anche il Bistrot di Novara offre il delivery, in città e in alcuni comuni limitrofi. Dall’8 maggio è possibile ricevere a casa sia le delizie dello street food (8 euro per un fritto napoletano) che un menu completo. Si può scegliere tra un’insalata Nizzarda da 12 euro, un piatto di ravioli del plin alla piemontese dal costo di 14 euro o un Trancetto di branzino, agretti e limone a 16 euro. Tutti i dolci, infine, costano 5 euro.

Carlo Cracco, nel menu a domicilio c’è anche la sua famosa pizza. Ma ecco quanto costa farsela portare a casa

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it