Consigli per il trading: investire in materie prime


Negli ultimi tempi, anche a causa della crisi coronavirus, molti investitori si trovano a dover movimentare i propri fondi. Le borse mostrano un andamento preoccupante, dopo che per molte giornate sono state quasi tutte fortemente negative. Esistono però metodi alternativi per investire, come ad esempio il trading con le materie prime, anche chiamate tecnicamente commodities. Sono particolarmente utili, a tal riguardo, i consigli per il trading sulle materie prime (da Borsainside.com) che si possono trovare online. Anche perché non tutti gli investitori conoscono questo mondo o vi si sono mai avvicinati in passato. Il primo passo per investire in materie prime sta nel comprendere di cosa stiamo parlando.

Cosa si intende per materie prime
Tutti conosciamo i termini materie prime, e sappiamo più o meno di cosa si tratta. Sono materie prime quei materiali che vanno poi rilavorati, per ottenere tutti i prodotti che utilizziamo comunemente, o che usano in ambito industriale ed imprenditoriale. Per quanto riguarda gli investimenti in materie prime si intendono però solo alcune di queste, non l’intero ambito. In particolare stiamo parlando dei cosiddetti beni rifugio: oro, argento, platino e petrolio. In questo periodo di incertezza globale però sono numerosi coloro che si sono avvicinati anche agli investimenti nell’acciaio, nella maggior parte dei metalli o anche in farina e altri prodotti agricoli particolarmente richiesti, come ad esempio lo zucchero. 

Come investire in materie prime
Ovviamente esiste sempre la possibilità di investire direttamente in questo tipo di materie prime, acquistandone una certa quantità. Se però acquistare dell’oro, dell’argento o del platino può essere considerato una cosa bizzarra, ma del tutto fattibile, non è lo stesso per quanto riguarda il petrolio o il grano. Il classico investitore difficilmente ha a disposizione un deposito in cui conservare i barili di petrolio che ha acquistato, o un silos in cui mettere il grano attendendo che aumenti di valore, che andrà poi anche conservato in modo corretto. Solitamente si investe in questi ambiti approfittando delle piattaforme di cambio, che si occupano appositamente di questo tipo di investimenti.









Scegliere la piattaforma
Sono numerose le piattaforme di trading che permettono di investire in materie prime. Ovviamente ogni trader può scegliere quella che preferisce, valutando la proposta commerciale, o anche il tipo di commodities disponibili per gli investimenti. Un elemento fondamentale su cui ragionare è però la sicurezza della piattaforma scelta e la semplicità di utilizzo. Per quanto riguarda la sicurezza è importante rivolgersi esclusivamente a piattaforme regolarmente accreditate, che possano mostrare tutte le certificazioni necessarie dal punto di vista legale. In questo modo si ha la certezza di investire i propri soldi in modo legale e del tutto sicuro. Quando invece si ragiona sulla facilità d’uso della singola piattaforma spesso ci si deve concentrare su questioni del tutto personali. Non tutti i trader hanno le medesime competenze, alcuni prediligono piattaforme con poche opzioni, molto lineari e semplici; altri invece amano avere a disposizione tanti diversi asset in cui investire. In particolare è anche importante ricordare che non tutte le piattaforme di trading propongono investimenti in materie prime, numerose offrono sia le commodities, sia altre tipologie di prodotti in cui investire.

In quali materie prime investire
Le materie prime si suddividono in due macro categorie: le materie prime hard, ossia petrolio, metalli e altre materie utilizzate dall’industria; materie prime soft, ossia i prodotti agricoli. L’andamento delle quotazioni nelle due categorie è spesso molto differente, tanto che molti trader che da tempo si dedicano al trading con le materie prime tendono a prediligere un singolo settore rispetto all’altro. La crisi di queste settimane, correlata poi a ciò che avverrà nel prossimo futuro, sta però rimescolando tutte le carte. Tanto che anche i trader che da sempre si occupano di materie prime sono costretti ad utilizzare strategie del tutto nuove.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it