”Questo vigile ha un’aria familiare. Dai, è identico a lui!”. Così i romani alla guida bloccati nel solito traffico. Poi, però, la sorpresa, perché non era solo una somiglianza, e l’ennesima conferma, perché è davvero un mito. Chi era


 

Chi abita nella Capitale, o conosce bene il traffico tipico delle grandi città, non sarà certo rimasto stupito quando ieri ha notato la presenza di un vigile urbano a un incrocio di Corso Francia (una delle arterie principali per entrare a Roma nord). Armato di paletta e fischietto, il poliziotto dirige la circolazione delle auto. O sarebbe meglio dire tentava di dirigere, conoscendo quel marasma soprattutto nelle ore di punta. Ma di diverso, stavolta, c’è che quel vigile è sembrato un volto familiare alla maggiorparte degli automobilisti che si sono trovati lì in quel momento ad attendere il verde del semaforo o il via dell’agente di polizia locale, appunto. Un viso conosciuto, ma di chi? ”Ma guarda un po’ il caso – avranno detto tra sé e sé i più alla guida – questo vigile somiglia in maniera impressionante al mitico Fiorello”. Ma più tardi, magari facendo un giro sui social network, quegli stessi automobilisti hanno scoperto che quella era molto di più di somiglianza: era proprio lui che dirigeva il traffico! (Continua a leggere dopo la foto)



Ne ha fatta un’altra delle sue Rosario Fiorello che ieri si è calato nei panni di un vigile urbano. E a ben pensarci, c’è poco da stupirsi considerando la zona. Sempre per chi non conosce bene Roma, ci troviamo nei dintorni del bar Ambassador, ovvero la location di ”Edicola Fiore”. La rassegna stampa mattutina saluterà gli spettatori con l’ultima puntata questo venerdì, ma nel frattempo Fiorello si è divertito a prendere il posto di un agente di polizia municipale nel pieno della sua attività per una gag con la cantante Lodovica Comello.

(Continua a leggere dopo le foto e il post)

 


 

Sempre Fiorello, poi, ha pubblicato le foto in divisa sulla sua pagina Facebook e ha scritto: ”Un saluto ai Vigili Urbani di ROMA! Da Fiorello Celletti!”. La firma, come tanti avranno già intuito, è un omaggio al film cult del 1960 diretto da Luigi Zampa “Il vigile”, in cui Alberto Sordi interpretava Otello Celletti. Inutile dire che il post di Fiorello ha fatto il pieno di like, condivisioni e commenti di gente che l’aveva riconosciuto (”Io stamattina ti avevo scambiato per un vigile vero…poi ho sentito la voce ed ho capito che eri tu”, scrive Rita) e di gente che ci scherza su ma nemmeno troppo (”Fiore preparati che adesso arriva il periodo che si mettono in malattia…. così li sostituisci!”, sottolinea Vincenzo).

Potrebbe anche interessarti: “****”. Non è possibile, in diretta, sotto gli occhi degli spettatori. L’incredibile caduta di stile di Fiorello (con bestemmia) che ha scioccato i fan. Cosa è successo allo showman più amato d’Italia