“Cancellate quella foto!” L’appello disperato di un padre dopo che il selfie della figlia nuda fa il giro sul web e su whatsapp. Paura per un altro caso Tiziana Cantone


 

 

Ci risiamo e la notizia non è di quelle buone, anzi, tutto il contrario. Purtroppo questi barbari fenomeni continuano a ripetersi senza sosta. “Dopo il caso Tiziana Cantone un altro episodio simile ha travolto in queste ore una cittadina della provincia di Salerno. Stando al racconto dei genitori, la loro figlia, ancora minorenne, si è scattata un selfie nuda in camera da letto e lo ha inviato al suo fidanzatino…”.Inizia così il post pubblicato sulla pagina Facebook della Polizia delle Comunicazioni. La segnalazione riguarda quello che non puó e non diventare l’ennesimo atto sconsiderato che si trasforma in tragedia. Il fatto è accaduto in provincia di Salerno. La protagonista è una ragazzina innamorata del suo ragazzo con il quale crede di poter condividere senza rischi un momento intimo, l’immagine di lei senza veli. Ma non è così perchè lui non ha alcuna intenzione di mantenere privato ció che deve esserlo. (Continua a leggere dopo la foto)







E non perde tempo: gira la foto su WhatsApp a diversi gruppi della cittadina del Golfo di Policastro. A scoprirlo è il padre della ragazza: l’immagine della figliola finisce sul telefonino di un suo collega che lo avverte immediatamente. A questo punto il genitore allarmato lancia un appello sul Giornale del Cilento perchè  quel selfie sconsiderato scompaia per sempre: “Mi rivolgo a chi ha sul proprio cellulare la foto di mia figlia, mi conoscete tutti e sapete io che persona sono. Vi prego, cancellate questa immagine e non inviatela a nessuno”. E chiedendo l’anonimato continua: “Mia moglie è sconvolta e dalla vergogna non esce di casa. Mia figlia è piccola, ha commesso un errore che le costerà caro, ma voi aiutatemi”.

(Continua a leggere dopo le foto)




 


 

Nella foto non si vede il viso della giovane ma si puó risalire a lei da diversi particolari, come il contesto per esempio: la camera da letto dei genitori teatro dell’innocente trasgressione che sembra sia stata riconosciuta subito dall’amico che ha lanciato l’allarme. Perchè in una cittadina di provincia è facile sapere tutto di tutti anche i minimi dettagli di una famiglia.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Così hanno ucciso anche mia figlia”. E dopo il caso Tiziana Cantone, torna a parlare il padre di Carolina, la 14enne suicida dopo il dolore e l’umiliazione del video in cui veniva stuprata. Le sue forti e angoscianti parole

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it