“Se l’è portato via il Covid-19”. Jovanotti, quella morte che proprio non si aspettava. Cordoglio per il cantante


Il coronavirus ci sta davvero mettendo a dura prova. Ci ha privati delle nostre libertà, della possibilità di vedere i nostri, ci sta impedendo persino di uscire a prendere una boccata d’aria. Ci fa sentire in gabbia, non c’è dubbio. E sta anche uccidendo migliaia di persone in tutto il mondo. Il numero dei contagi continua a crescere e ormai viviamo nell’angoscia e vediamo sempre più lontano il momento della liberazione. Tante le persone che se ne sono andate nel silenzio di questa epidemia.

È morta, per esempio, la madre di Piero Chiambretti: la signora Felicita era risultata positiva al tampone così come suo figlio. Ma lei non ce l’ha fatta. In questa “strage” se ne è andato anche Manu Dibango, il grandioso sassofonista camerunense scomparso anche lui a causa del Covid-19. Manu Dibango, che tutti conoscevano come Papa Groove, è morto all’età di 86 anni a Parigi. A dare l’annuncio del decesso, sono stati i familiari del musicista. Continua a leggere dopo la foto







Una perdita enorme, per il mondo della musica. Una perdita che ha lasciato tutti sgomenti. Tra coloro che proprio non si aspettavano di ricevere questa notizia, ci sono Jovanotti ed Enzo Avitabile. Entrambi avevano collaborato con Manu Dibango. Entrambi, appena hanno saputo che l’uomo era venuto a mancare, gli hanno dedicato un pensiero attraverso i social. Su Instagram Jovanotti ha condiviso alcune foto che lo ritraggono insieme al sassofonista. Continua a leggere dopo la foto






“Manu Dibango il ‘Leone del Camerun’ se l’è portato via il covid-19 ieri a Parigi, dove mi regalò una giornata in studio di registrazione e la sua arte colta e potente. Una storia bellissima la sua – ha scritto Jovanotti nella didascalia della foto – e una musica che io amo e mi ha fatto sempre viaggiare. Quest’uomo si è inventato la ‘disco’ (SOUL MAKOSSA è considerato da molti il primissimo pezzo ‘dance’ della storia) e ha allargato gli orizzonti del sound e quindi del mondo. #lorenzo2015cc #musica”. Continua a leggere dopo la foto



 


Anche il musicista napoletano Enzo Avitabile, che ha collaborato in più occasioni con Dibango, ha voluto ricordare su Facebook il grande musicista: “Purtroppo il mio grande amico Manu Dibango si è spento stamane a causa di questo maledetto C19. Quanti concerti insieme, quanti ricordi. Sono addolorato! ❣️e. #blacktarantella”. “È con profonda tristezza che annunciamo la perdita di Manu Dibango, il nostro Papy Groove, morto il 24 marzo 2020 a 86 anni per Covid-19. I funerali saranno celebrati in forma privata. Un tributo alla sua memoria sarà organizzato quando possibile” è stato l’annuncio dei familiari su Facebook.

All’Eredità il concorrente ‘vip’: “Sono il fratello di Jovanotti”. La reazione di Flavio Insinna

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it