“Come una lunga vacanza”. Coronavirus, Walter Nudo choc. E finisce massacrato


“E se te la prendessi come una lunga vacanza? Questo momento puoi vederlo come una tragedia o come la tua opportunità di riprenderti il tuo tempo”. Sono le parole scritte da Walter Nudo su Instagram sotto a una serie di video in cui si mostra a passeggio per le strade o durante l’allenamento all’aperto. Parole che hanno fatto scattare immediatamente la reazione furiosa di molti utenti della rete.

Come riporta Il Giornale, l’invito dell’attore ed ex vincitore del GF Vip a prendere “come una vacanza” il periodo di quarantena forzata dovuta all’emergenza sanitaria legata al coronavirus è stato ritenuto dai più decisamente fuori luogo. Ma secondo Walter, che si è allontanato dal mondo dello spettacolo e optato per una vita all’insegna della meditazione, la quarantena potrebbe essere anche considerata come una sorta di “lunga vacanza del periodo natalizio che ti permette veramente di riposare”. (Continua dopo la foto)







Peccato che, gli hanno fatto notare in tanti, ci siano vittime e persone come medici e infermieri al lavoro per più di 10 ore al giorno per fronteggiare l’emergenza che sta mettendo in ginocchio l’Italia e molti altro paesi del mondo. Altro che “spirito vacanziero”… Per questo motivo i commenti furiosi alla “campagna” di Walter Nudo sono arrivati a pioggia. (Continua dopo la foto)






“Il mio problema è che sono un’infermiera, adotto tutte le precauzioni possibili ma l’idea di poter contagiare la mia famiglia mi terrorizza, quindi non riesco a vedere tutto questo come una vacanza”, ha sottolineato una, E un altro: “Vacanza? Periodo interessante? Riposare? No, Walter ..non ci siamo. Qui ogni giorno ci contiamo e ne manca sempre uno: un collega, i genitori di un amico, il medico di famiglia, un conoscente, il panettiere,….. È una tragedia vera. (Continua dopo foto e post)



 


E prosegue: “Due giorni fa, davanti casa mia, sono passati decine di camion dell’esercito con centinaia di bare da portare in cimiteri di altre province o regioni perché qui, a Bergamo, non ci sono più posti in cui dare una dignitosa sepoltura alle migliaia di vittime di questo virus maledetto! Qui non si sorride e non si filosofeggia, qui si muore e si piange. Come mi sentirò quando questa tragedia sarà finita? Sola, molto più sola. E basta!”. Ma Nudo ha continuato a sostenere la sua tesi e replicato così: “Cerco di dare una scelta diversa di vedere la situazione! Una scelta che chi rilassi il respiro e che calmi il battito cardiaco”.

Joe Bastianich nella bufera: critiche ferocissime per l’ultimo video

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it