Il suo sogno fin da bambina era quello di arrivare al suo matrimonio a bordo di un elicottero. Ma quello che doveva essere il giorno più bello si è trasformato in tragedia: uno schianto che non ha lasciato scampo alla futura sposa


 

Il suo sogno fin da bambina era quello di arrivare al suo matrimonio a bordo di un elicottero e quello che doveva essere il giorno più bello della sua vita si è trasformato in una tragedia. Il piano era tutto pronto e l’arrivo della sposa era stato curato nei minimi particolari: Rosemere do Nascimento Silva, 32 anni, era salita sul velivolo e, insieme al fratello e alla fotografa scelta per immortalare l’evento, era diretta a San Paolo, in Brasile. Ma qualcosa è andato storto e l’elicottero è precipitato a poco più di un chilometro dalla periferia della città dove si doveva svolgere il matrimonio. Per la sposa, suo fratello, il pilota e la fotografa, incinta di sei mesi, non c’è stato scampo: sono tutti morti. Il suo sposo, Udirley Damasceno, ignaro dell’incidente, l’ha aspettata per ore, insieme ai 300 invitati e solo quando l’attesa è diventata estenuante è arrivata la terribile notizia. La polizia e gli investigatori stanno ora cercando di stabilire cosa ha causato l’incidente. Secondo una prima ricostruzione, il pilota potrebbe aver urtato involontariamente un albero a causa della forte pioggia che in quel momento si stava abbattendo sulla zona. (Continua a leggere dopo la foto)








“Tutte le spose hanno un sogno e il suo era quello di arrivare al matrimonio in elicottero sorprendendo il fidanzato e gli invitati. – ha riferito Carlos Eduardo Batista, uno degli organizzatori, al quotidiano brasiliano Globo – L’incidente è stato scoperto solo quando ci siamo resi conto che l’elicottero non era ancora arrivato al campo di calcio che avevamo affittato per l’atterraggio. Ho fatto una telefonata e purtroppo mi hanno confermato l’incidente”. Appresa la notizia, lo sposo si è sentito male ed è stato soccorso dai parenti che si trovavano all’interno della chiesa.

(Continua a leggere dopo la foto)






 

Dopo l’incidente, l’agenzia nazionale dell’aviazione ha diramato una nota nella quale comunicava il permesso di volare – fino al 1 febbraio 2017 – con un massimo di tre persone a bordo, senza contare il pilota. L’elicottero, un Robinson 44, si è schiantato a circa un miglio dal luogo di nozze in una zona della foresta nei pressi di una strada principale.

La scena che i vigili del fuoco si sono trovati davanti agli occhi è stata straziante: tra i rottami dell’elicottero si notava nitidamente il vestito bianco della sposa intriso di sangue. Uno choc per i soccorritori, soprattutto perché non hanno potuto fare niente per salvare la vita dei quattro occupanti. Le vittime si chiamavano Peterson Pinheiro, Silvano Nascimento da Silva, Nayla Cristina Neves e Rosemere do Nascimento Silva.

“Se mi lasci mi schianto con tutti i passeggeri”, ha scritto il pilota in un sms prima di salire sull’aereo… Una storia assurda e ad alta tensione. Tutti i retroscena…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it