Lutto nel mondo della cucina: addio al leggendario chef. Il triste annuncio della famiglia


Addio a una leggenda della cucina, profondamente in lutto dopo la notizia comunicata dalla famiglia. “È con profonda tristezza che la famiglia Roux annuncia la morte del nostro amato nonno, padre, fratello e zio, Michel”: così Alain Roux e i suoi figli annunciano la morte di uno degli chef più iconici del secolo scorso, stroncato a 78 anni da una malattia polmonare di cui soffriva da tempo.

Insieme al fratello Alain, Michel Roux aveva aperto il ristorante La Gavroche, il primo in tutto il Regno Unito ad ottenere nel 1982 il massimo riconoscimento da parte della Guida Michelin: 3 stelle. Oggi (dal 1993 in realtà) quel ristorante ha 2 ed è gestito da Michel Roux Jr. Di origini francesi, come ricostruisce Repubblica, Michel Roux era nato nell’aprile del 1941 a Charolles nell’aprile del 1941. (Continua dopo la foto)










Ha trascorso i suoi anni di formazione vivendo nella salumeria di suo nonno e nel 1946, a Parigi, è esplosa la sua passione per la cucina e per i dolci. La sua carriera è sempre stata strettamente legata a quella del fratello Albert, già pasticciere quando lui, a 14 anni, ha deciso di seguire le sue orme. Dopo i primi 3 anni di formazione alla pasticceria di Belleville, Roux ne ha trascorsi altri 2 presso l’ambasciata britannica a Parigi, primo contatto reale e profondo con il Regno Unito. (Continua dopo la foto)






Nel 1967 i fratelli Roux aprirono Le Gavroche in Lower Sloane Street a Londra, inaugurando il locale con una festa in grande stile, con celebrità come Charlie Chaplin e Ava Gardner; meno di 7 anni dopo l’apertura del loro secondo ristorante, il Waterside Inn, a Bray, nel Berkshire. Nelle cucine dei fratelli Roux sono passati chef importantissimi come Marco Pierre White e Gordon Ramsay, che appresa la triste notizia ha ricordato lo chef sul suo Instagram. (Continua dopo foto e post)



 

Visualizza questo post su Instagram

 

We lost an absolute legend of British cuisine today in Michel Roux. He helped to put Britain on the culinary map. Sending all my love to the Roux Family Gx

Un post condiviso da Gordon Ramsay (@gordongram) in data:

 


Michel Roux è una stella che “non si spegnerà mai, illuminando la strada delle prossime generazioni di chef”, si legge nella nota ufficiale della famiglia. E ancora: “Un umile genio, chef leggendario – così lo ricordano – autore popolare e insegnante carismatico, Michel lascia il mondo vacillare sulla sua scia. Per molti, è stato una figura paterna che ha ispirato tutti con il suo insaziabile appetito per la vita e l’irresistibile entusiasmo. Ma soprattutto ci mancherà il suo malizioso senso di divertimento, il suo enorme cuore senza fondo e la generosità e la gentilezza che non conoscevano limiti”.

Coronavirus: Brescia, morto un 38enne. È la più giovane vittima in Italia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it