Indossa un bellissimo (e prezioso) anello, si scatta una foto e la mette su Facebook. Il motivo che ha spinto questo giovane a compiere questo gesto è davvero nobile. E la sua storia ha ben presto fatto il giro del web


 

Un anello di diamanti del valore di settantamila euro e due possibilità: fare di tutto per restituirlo alla legittima proprietaria oppure tenerlo. Andy, il 31enne di Londra che ha trovato il prezioso gioiello davanti al locale ”Nando’s”, ha deciso di lanciare un appello per rintracciare la sbadata proprietaria. La storia è stata riportata dal Mail online e presto ha fatto il giro del web. ”È un finale da favola – ha detto Andy durante l’intervista – e questo dimostra quanto bene i social media possono fare. Mi sento come se avessi fatto la mia buona azione dell’anno”. Appena rientrato a casa il trentunenne ha indossato l’anello, si è scattato una foto e l’ha postata sulla sua bacheca Facebook. A corredo un lungo post che spiegava dove era stato trovato il gioiello, le caratteristiche la richiesta di far ”girare” il post in modo da ritrovare la proprietaria. Le preghiere del giovane si sono avverate quando una persona lo ha contattato dicendo di essere una parente della proprietaria. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Andy ha preso appuntamento il gioielliere di Londra che avrebbe dovuto valutare l’anello. Sarah Sheard, direttore di Hatton Jewels Ltd a Londra, ha valutato l’anello (70 mila euro) ma il ragazzo ha comunque voluto incontrare la proprietaria per restituirlo. All’incontro si è presentata un’anziana con in mano un certificato – con tanto di assicurazione – che attestava effettivamente di essere la proprietaria del gioiello.

(Continua a leggere dopo la foto)


La signora è rimasta senza parole e ha ringraziato il giovane. ”Ho perso il mio telefono quattro o cinque volte – ha detto Andy – e grazie ai social sono riuscito a ritrovarli. Quello che fai di buono torna sempre indietro”.

Va dal ginecologo per una normale visita ma, quando apre le gambe davanti a lui, lo choc più assoluto. Quel che trova il medico nella sua vagina è sconcertante. No, non si tratta di un oggetto strano