“Mio Dio, che schifo!”. Compra un abito da Zara e, al settimo cielo, lo sfoggia a lavoro per far morire d’invidia le colleghe. All’improvviso, però, si accorge che all’interno del vestito c’è qualcosa di strano


 

Aveva acquistato a luglio due abiti in un negozio Zara, in previsione dell’inverno, non vedendo l’ora di poterli sfoggiare. Già al momento dell’acquisto era stata insospettita da un odore non troppo piacevole, ma aveva inizialmente pensato si trattasse di qualcosa all’interno del locale. Quando invece è andata a tirar fuori dall’armadio l’abito, ecco che questa donna si è trovata a fare una scoperta a dir poco raccapricciante. Arrivata a lavoro, seduta alla sua scrivania, è stata allarmata di nuovo da un tanfo nauseabondo. Così, non capendo cosa stesse succedendo, ha scucito una parte di fodera, scoprendo che all’interno c’era la zampa di roditore ormai in evidente stato di decomposizione. All’interno ha poi trovato il resto del topo, morto da molto tempo. A raccontare l’episodio è il Daily Mail, che ha raccolto la testimonianza della diretta interessata, una ragazza di 24 anni di nome Cailey Fiesel originaria proprio della Grande Mela. La giovane si dice ora pronta a far causa al colosso dell’abbigliamento e pare voler andare fino in fondo alla vicenda. (Continua a leggere dopo la foto)







“Le mie colleghe avevano a loro volto sentito qualcosa di strano nell’aria – spiega sulle pagine del tabloid – e quando ho capito che il problema era l’abito ho iniziato a controllarlo con sospetto. A un certo punto, passando la mano, mi sono accorta che c’era qualcosa di duro sotto il tessuto. Così ho deciso di controllare: quando ho notato la zampa ho sperato di sbagliarmi, poi ho scucito il vestito e ho rischiato di dare di stomaco per il disgusto”. (Continua a leggere dopo la foto)




Cailey ha documentato accuratamente la terribile scoperta con foto e video, che i suoi avvocati non vedono l’ora di utilizzare per mettere Zara con le spalle al muro. La denuncia è stata già depositata presso la corte di Manhattan: non resta che attendere ulteriori sviluppi.

Comprano una casa abbandonata da decenni. E dentro… guardate cosa trovano!

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it