Achille Lauro ora diventa Gesù. Ma ecco chi fa la Madonna: foto


Prima i look incredibili a Sanremo 2020, poi quello per la Milano Fashion Week e ora il travestimento choc apparso sul suo profilo Instagram in un breve teaser che anticipa il nuovo tour: Achille Lauro non smette di stupire. Sul palco dell’Ariston il cantante romano, sempre con abiti firmati Gucci all’Ariston, è stato il protagonista assoluto.

E ha fatto parlare di sé per tutta la durata della kermesse dove ha stupito prima col mantello e sotto la tutina ispirata a San Francesco della prima serata, poi con lo smoking verde per omaggiare David Bowie. Ancora: durante la terza serata l’interprete di ‘Me ne frego’ ha portato sul palco la Marchesa Casati Stampa, donna anticonformista che fu musa ispiratrice di Gabriele D’Annunzio, mentre per la finale ha voluto rendere omaggio a Elisabetta I Tudor, la “regina vergine”. (Continua dopo la foto)






Insomma, ogni sera Achille Lauro ha lasciato il pubblico di stucco. E Achille Lauro non ha deluso le aspettative alla Settimana della Moda milanese che si tiene in questi giorni. Non a caso era uno degli ospiti più attesi della seconda giornata della Milano Fashion Week e alla sfilata di Gucci della collezione Autunno/Inverno 2020-2021 di Alessandro Michele si è presentato con un completo verde, una camicia celeste, una cravatta a righe sulla tonalità ocra e dei grandissimi occhiali neri. (Continua dopo la foto)






Ora ecco Achille Lauro diventare Gesù. Non è solo: accanto a lui c’è la bellissima Elena D’Amario, la ballerina lanciata da Amici di Maria De Filippi che interpreta la Madonna nella breve clip apparsa nelle ultime ore sul profilo Instagram del cantante. Clip accompagnata da una lunga didascalia che lascia pensare che presto si saprà di più sul suo Immortale Tour. Il post è stato subito commentatissimo anche dai vip. Come Laura Pausini: “My lovely Lauro”, ha scritto sotto la cantante. (Continua dopo foto e post)



 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Il mio tempo è compiuto. Quello che sono stato non sarò più. Quello che ero morirà con me. Ho vissuto chiedendo aiuto attraverso le mie preghiere. Le mie preghiere sono diventate poesie. Le mie poesie sono diventate canzoni. Le mie canzoni sono diventate opere che, come passi di un vangelo, inneggiano all’essere liberi. Non è più tempo di sopravvivere come una volta. È tempo di morire ora per rinascere in una nuova identità. Il mio alter ego o il mio vero Io. Il mio peggior nemico. Il mio miglior amico. Colui che già una volta mi ha chiesto aiuto. Colui nel quale invece ho trovato la mia salvezza. Oggi rinasce con me. Gli ho fatto una croce in fronte perché dio è stato buono con noi. L’ho ricoperto di glitter, perché tornasse a splendere di luce propria. Gli ho ripetuto quelle vecchie parole: “Dio disse: è il momento di risorgere su questo palco’”. ACHILLE IDOL – IMMORTALE. IL TOUR. DOMANI. H16

Un post condiviso da ACHILLE LAURO (@achilleidol) in data:

 


“Il mio tempo è compiuto. Quello che sono stato non sarò più. Quello che ero morirà con me – si legge nella caption – Ho vissuto chiedendo aiuto attraverso le mie preghiere. Le mie preghiere sono diventate poesie. Le mie poesie sono diventate canzoni. Le mie canzoni sono diventate opere che, come passi di un vangelo, inneggiano all’essere liberi. Non è più tempo di sopravvivere come una volta. È tempo di morire ora per rinascere in una nuova identità. Il mio alter ego o il mio vero Io. Il mio peggior nemico. Il mio miglior amico. Colui che già una volta mi ha chiesto aiuto. Colui nel quale invece ho trovato la mia salvezza. Oggi rinasce con me.Gli ho fatto una croce in fronte perché dio è stato buono con noi. L’ho ricoperto di glitter, perché tornasse a splendere di luce propria. Gli ho ripetuto quelle vecchie parole: ‘Dio disse: è il momento di risorgere su questo palco’”. E infine: ACHILLE IDOL – IMMORTALE. IL TOUR. DOMANI. H16”

“Ho visto mia madre umiliarsi”. Achille Lauro, la confessione è atroce: ” Lo hanno fatto alla mia famiglia”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it