Le conoscete? Sono le gambe più “cliccate” del web e hanno già fatto impazzire milioni di persone. Il motivo? Più le guardi, più le vedi diverse. No, non è una bufala e la spiegazione è meno scontata di quel che sembra…


 

Ci risiamo, il web si è bloccato di fronte a una fotografia che ha mandato ai pazzi milioni di utenti. Il punto è sempre lo stesso: siamo di fronte a un’illusione ottica. Ma stavolta che cosa ha che non va la foto incriminata? Tutto parte da queste gambe che hanno qualcosa di molto strano. Sembrano due arti ricoperti di olio, o addirittura ”plastificati”, talmente lisci da diventare lucidi. Non è vero? È quello che abbiamo pensato tutti a prima vista, ma ovviamente non è così. Proviamo a darvi un suggerimento. Per prima cosa guardate attentamente le gambe e non concentratevi sulla “plastificazione”, ma su un altro dettaglio… Se proprio non riuscite a capire dove sta l’inghippo, vi diamo noi la soluzione. Ma vi avvertiamo che dopo averci fatto caso, non riuscirete più a notare ”l’effetto unto” che appariva a prima vista…

(Continua a leggere dopo la foto)

 

Non avete capito? Bene provate a pensare.. E se invece… E se invece fossero dei semplici segni di vernice bianca? Ora non potrete far altro che osservare i semplici tratti di vernice. È il potere della vista e delle illusioni ottiche. Un’illusione ottica è una qualsiasi illusione che inganna l’apparato visivo umano, facendogli percepire qualcosa che non è presente o facendogli percepire in modo scorretto qualcosa che nella realtà si presenta diversamente. Le illusioni ottiche possono manifestarsi naturalmente o essere dimostrate da specifici trucchi visuali che mostrano particolari assunzioni del sistema percettivo umano.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

 

this?

Una foto pubblicata da hunter ???? (@leonardhoespams) in data: 25 Ott 2016 alle ore 23:23 PDT

 

Dalla base al meccanismo che ne è causa quindi, si hanno tre categorie di illusioni: 

ottiche, quando sono causate da fenomeni puramente ottici e pertanto non dipendenti dalla fisiologia umana;

percettive, in quanto generate dalla fisiologia dell’occhio. Un esempio sono le immagini postume che si possono vedere chiudendo gli occhi dopo avere fissato un’immagine molto contrastata e luminosa;

cognitive, dovute all’interpretazione che il cervello dà delle immagini. Un caso tipico sono le figure impossibili e i paradossi prospettici.

Un miraggio è un esempio di illusione naturale dovuta a un fenomeno ottico. La variazione nella dimensione apparente della Luna (più piccola quando è sopra la nostra testa, più grande quando è vicina all’orizzonte) è un’altra illusione naturale; non si tratta di un fenomeno ottico, ma piuttosto di un’illusione cognitiva o percettiva. Un altro curioso esempio di illusione percettiva in natura è la salita in discesa. Illusioni scoperte o sviluppate comprendono il cubo di Necker e la griglia di Hermann. Comprendere questi fenomeni è utile allo scopo di comprendere le limitazioni del sistema visivo umano.

 

Ti potrebbe interessare anche: “Non tutto è come sembra…” Ecco l’ultima illusione ottica che sta mandando in tilt milioni di utenti. Cosa c’è che non va in questa foto? Prima provateci, poi noi vi diamo la soluzione…