Sabrina Paravicini in ospedale, il gesto del figlio commuove tutti


Sabrina Paravicini, l’attrice che molti ricordano nei panni dell’infermiera Jessica di ‘Un medico in famiglia’, sta lottando contro un cancro al seno e ha deciso di raccontare la sua battaglia su Instagram anche per fare coraggio a chi si trova nella sua stessa situazione. Pochi giorni fa è tornata in ospedale per sottoporsi a un intervento. La Paravicini ha fatto sapere ai suoi follower di aver passato delle ore difficili, tra dolori e stanchezze, ma ha poi rassicurato tutti.

“Sono ancora in piedi”, ha scritto nel lungo messaggio in cui, pur non specificando se l’operazione subita giovedì 5 settembre sia legata in qualche modo alla sua battaglia contro il cancro, ha voluto anche parlare della preoccupazione del figlio Nino dopo il ricovero. L’attrice ha pubblicato sul suo profilo Instagram una foto che la ritrae stesa su un letto d’ospedale e nel post ha spiegato che il suo bambino nel salutarla le ha detto queste parole: “Spero che resterai viva”. (Continua dopo la foto)



“‘Ciao mamma, spero che resterai viva’. Mi hai salutato così davanti all’ingresso dell’ospedale – ha raccontato Sabrina ai fan – E io ti ho sorriso dicendoti che sarei rimasta viva. Ti ho detto: ‘Non eravamo d’accordo che sarei morta a 105 anni?’ ‘Lo so mamma ma io ho paura’. La verità è che avevo paura anche io, ho nascosto un foglio in casa con scritte delle cose. Indicazioni per Nino se fosse successo qualcosa”. (Continua dopo la foto)


Il messaggio ha naturalmente commosso i suoi tanti fan. Non deve essere facile per un bambino vedere il proprio genitore attraversare un momento così delicato ma Nino, nonostante la giovane età, sta dimostrando di essere un ragazzino molto forte. Lo ha fatto anche dopo l’intervento, come rivela sempre mamma Sabrina: è andato a farle visita mascherato da clown per strapparle un sorriso. E ci è riuscito. (Continua dopo foto e post)


 

Visualizza questo post su Instagram

 

CIAO MAMMA “Ciao mamma, spero che resterai viva” Mi hai salutato così davanti all’ingresso dell’ospedale. E io ti ho sorriso dicendoti che sarei rimasta viva. Ti ho detto: “non eravamo d’accordo che sarei morta a 105 anni?” “Lo so mamma ma io ho paura” La verità è che avevo paura anche io, ho nascosto un foglio in casa con scritte delle cose. Indicazioni per Nino se fosse successo qualcosa. Ieri mi hanno operata. È stata una giornata strana di dolori e sonno. Questa notte non ho dormito. Appena mi addormentavo facevo sogni di “servizio”: drenaggi, morfina, infermieri. Poi di colpo aprivo gli occhi e ascoltavo il silenzio del reparto interrotto ogni tanto dai campanelli dei pazienti. Non ho bevuto acqua e mangiato nulla fino a questa mattina alle 8. È stato bello mangiare qualche biscotto e sorseggiare del the. È andato tutto bene. Ora due dolcissime infermiere mi hanno fatta alzare dal letto. Mi hanno tolto il camice della sala operatoria e mi hanno rivestita. Questa notte un’infermiera mi ha lavata, con garbo e discrezione. Le mie compagne di stanza sono dolci e affettuose. Io mi sento come se avessi mille anni. Ma sono in piedi. Sono ancora in piedi. . . . 🍀fino a qui tutto bene 🍀 #me #love #life #cancer #cancerfighter #fight #amore #home #cure #therapy #colors #breast #breastcancer

Un post condiviso da Mother Actress Director 🌹📺 (@sabrina_paravicini_official) in data:

 

“AMORE. Non è facile per un figlio vedere la propria mamma sofferente e immobile in un letto di ospedale e per di più con la testa poco più che rasata, il viso pallido e gli occhi gonfi. Ma il mio amore è venuto a trovarmi in ospedale e mi ha fatto clown terapia – scrive la Paravicini sotto al post – ‘Mamma sai cosa dice una goccia di sangue?’ ‘Cosa amore?’ ‘Oggi non sono in vena!’. Le mie compagne di stanza si sono già innamorate! Fino a qui tutto bene”. Un gesto davvero dolcissimo che ha riempito il cuore anche di chi segue sui social la battaglia dell’attrice.

Ivana Mrazova, arrivano le prime parole dopo l’operazione: le sue condizioni