“Ecco i segni della mia malattia”. Kasia Smutniak lo fa per la prima volta e commuove


Kasia Smutniak non si smentisce e, ancora una volta, dimostra di essere una donna forte e coraggiosa. La moglie del compianto Pietro Taricone ha pubblicato su Instagram una foto in cui racconta, senza peli sulla lingua, della sua malattia. 40 anni appena compiuti, una lunga carriera nel mondo del cinema e una forza straordinaria che le ha consentito di reagire di fronte alla morte di Pietro Taricone, Kasia oggi si sente libera e sicura di sé.

Così tanto da mostrare i segni una malattia che spesso viene nascosta agli occhi degli altri. Lo fa per svelare a tutti che non dobbiamo avere paura dei nostri difetti, che dobbiamo amarli ed essere sempre coraggiosi. “Crescere è anche imparare ad accettare tutto quello che la vita ci porta”, si legge nel post in cui Kasia parla della sua vita, segnata dal dolore per la perdita di Taricone e dalla rinascita. (Continua a leggere dopo la foto)






“Cose belle, – prosegue l’attrice – cose che ci vengono facili ma che non dovremmo dare mai per scontate…Ma sopratutto momenti difficili, che ci mettono alla prova, per non perdere il senso dei momenti felici. Insomma tutto. Io, crescendo, ho imparato anche un’altra cosa, accettare non è sufficiente. Bisogna amare i propri difetti! Per gli ultimi 6 anni ho imparato ad accettare e amarmi per quello che sono. È stato un percorso, mica subito… E solo oggi mi sento di condividere questo pensiero con voi”. (Continua a leggere dopo la foto)






A corredo del post una foto in cui l’attrice mostra i segni della vitiligine. L’ex compagna di Pietro Taricone, scomparso tragicamente nel 2010 e da cui ha avuto Sophie, 14 anni, legata a Domenico Procacci, da cui ha avuto Leone, 5 anni, non ha avuto un’esistenza facile, ma guarda al futuro con ottimismo. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Da poco l’attrice ha festeggiato 40 anni. Per festeggiare il suo compleanno ha deciso di concedersi un anno sabbatico, via dal set. Dopo la scomparsa di Pietro, morto nel 2010 in uno schianto fatale col paracadute, Kasia ha saputo riprendere la sua vita in mano. Ma c’è stato un periodo in cui la vita se la sentiva ”sul groppone”: ”Ho dovuto imparare a farmela piacere”, aveva detto l’attrice.

Bimba di 12 anni risucchiata dalla pompa in piscina, Alisa muore davanti ai genitori

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it