Attenzione alla moda dei selfie: ecco cosa è riuscito a combinare questo turista a caccia di uno scatto con un monumento. Un esempio davvero da non imitare!


 

La moda di scattarsi selfie ovunque, a qualsiasi costo, è ormai talmente diffusa da coinvolgere milioni di persone che ogni giorno postano sui social network i loro migliori autoscatti in giro per il mondo. Attenzione, però, a non esagerare troppo: il rischio è di fare la fine di questo avventato turista che, pur di immortalarsi, ha finito per cacciarsi in guai grossi. Parecchio grossi.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Protagonista di questa storia riportata dal settimanale inglese Mirror è infatti un uomo in vacanza in Portogallo, per la precisione a Lisbona, che ha finito per danneggiare una statua di 126 anni che raffigura Dom Sebastiao, re portoghese al quale è dedicata l’opera che si trova nei pressi della fermata metropolitana Rossio.


L’uomo si è infatti arrampicato sul piedistallo finendo però per far cadere la statua che è caduta al suolo rovinandosi. Accortosi dei danni causati, il turista ha poi tentato la fuga, ma è stato fermato da un agente di polizia che si trovava nei paraggi e sarà ora costretto a presentarsi davanti a un giudice. Il rischio è che si trovi a pagare una cifra esorbitante per riparare quanto fatto.


Dom Sebastiao, che regnò tra il 1557 e il 1578, ed è una figura tragica della storia del Portogallo. Morto a soli 24 anni durante una crociata, il suo corpo non fu mai ritrovato, particolare che ancora oggi alimenta diverse leggende. Si dice, ad esempio, che un giorno tornerà per reclamare il trono del Paese, che gli spetta di diritto. Chissà che la sua ira non si abbatta anche sullo sventurato che ha osato danneggiare il monumento a lui dedicato.

 

Concordia, una statua per Schettino: “Rappresenta il disonore”