Vittorio Sgarbi, ma cosa fai? Sui social posta una foto nudo, sdraiato sul divano, mentre parla al telefono. ”Fermo ma non inerte”, scrive il critico d’arte: ecco lo scatto che ha fatto ”impazzire” il web


 

Nudo dal petto il giù, sdraiato su un divano sotto un grande specchio. Vittorio Sgarbi posa con il cellulare in mano in un hotel di Padova e con una al telefono con la ricevuta del frigo bar in primo piano. 

(Continua a leggere dopo il post)

Intorno alle 15, un paio d’ore dopo la conferenza stampa che il critico d’arte ha tenuto in città per presentare la mostra sul  busto di San Lorenzo di Donatello, che sarà esposto per la prima volta in Italia dal 30 aprile al 25 settembre al Palazzo della Regione, ha postato sulla sua pagina Facebook (seguita da oltre un milione di persone) lo scatto provocatorio. 

A fare da cornice alla fotografia la frase, un po’ ironica un po’ provocatoria, “Immotus nec iners”,che tradotto in italiano significa “Fermo ma non inerte”, una citazione di Gabriele D’Annunzio. 

(Continua a leggere dopo la foto)








Il post è subito un successo: in poco meno di tre ore lo scatto del critico d’arte, ex ministro e parlamentare ha totalizzato oltre 20mila mi piace, 5mila condivisioni e oltre 12mila commenti. I commenti, appunto. Gli utenti Facebook non hanno potuto resistere all’immagine di Sgarbi nudo, inondando la sua bacheca di frasi di ogni genere.

(Continua a leggere dopo la foto)




‘’Farei notare che fa tanto il figo neoclassico e poi hanno bevuto due Heineken. Guardate i tappi sulla scrivania’’. ‘’Se mettessi io una foto del genere sulla mia pagina me la segnalerebbero in 50mila. bo va be’’. E ancora: ‘’Sig.Sgarbi,vedo con stupore e disappunto, che Lei si è bevuto il cervello e lo ha fatto in 1 tazzina di caffè. Grande Caduta di stile!!!!!! Cosa si fa per far parlare di se!!!!!! Pensavo che lei non avesse bisogno di questi mezzucci da basso profilo. Evidentemente “Anche le aquile scendono a terra” Condoglianze!!!!!!’’

 ‘’E anche Sgarbi è andato, lo abbiamo perso. Che si faccia vedere da qualche psichiatra, ma uno bravo bravo!’’, scrive un utente. ‘’Mi auguro che l’hotel dopo butti via il divano’’, scrive ironico un altro follone del critico d’arte.

 

“Capra, capra, capra!” Ma Vittorio Sgarbi questa volta potrebbe pagarla cara…

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it