2.100 euro di stipendio per 2 minuti di lavoro al giorno. È realtà il lavoro dei sogni


Lavorare 2 minuti al giorno per uno stipendio complessivo da 2100 euro al mese. Un sogno? No, “il lavoro dei sogni”. Perché è tutto vero, non è uno scherzo e non ci sono ‘fregature’ scritte in minuscolo nel contratto. Requisiti? Nessuno in particolare, così come non ci sono limitazioni sull’età. Ma c’è solo un posto disponibile e, altra pecca non da poco, c’è una scadenza temporale per fare domanda: le candidature potranno essere presentate solo nel 2025. Quando, cioè, sarà completata la stazione di treni e metropolitane Korsvägen, che è attualmente ancora in fase di costruzione nella città di Göteborg, in Svezia.

Già, come riportano i siti Atlas Obscura e Public Art Agency Sweden, l’impiego sarà quello di responsabile dell’apertura e della chiusura della stazione. In pratica, il fortunato che si aggiudicherà il posto di lavoro dovrà semplicemente aprire la stazione e accendere le luci al mattino, per poi chiuderla e spegnere l’illuminazione a tarda sera. (Continua dopo la foto)



Ogni mattina, dunque, il dipendente prescelto punterà un orologio nella stazione di Korsvägen che accenderà una serie di luci fluorescenti brillanti. Oltre a questo, “la posizione non ha alcun dovere o responsabilità oltre al fatto che il lavoro dovrebbe essere svolto a Korsvägen. Qualunque cosa il dipendente scelga di fare costituisce il lavoro”, recita la descrizione dell’impiego. Chi otterrà il posto che tutti in questo preciso momento stiamo sognando potrà infatti anche assentarsi dal lavoro: basterà rispettare in modo preciso gli orari prefissati per l’apertura e la chiusura della stazione. (Continua dopo la foto)


Il progetto, chiamato “Eternal Employment” (Impiego Eterno), è finanziato dal Ministero dei Trasporti svedese e rientra in un’organizzazione più ampia che ha permesso anche la realizzazione della stazione ad opera di due designer d’eccellenza come Simon Goldin e Jakob Senneby. Korsvägen è una delle tre nuove stazioni sotterranee costruite per alleviare la pressione del traffico e creare posti di lavoro a Göteborg. (Continua dopo la foto)


 


Già seconda città più grande della Svezia, la sua popolazione è infatti destinata a crescere di almeno 150.000 entro il 2035. E i designer Goldin e Senneby sperano che il lavoro faccia della stazione più di una sosta tra un luogo e l’altro. Come detto, non ci sono requisiti o limitazioni per presentare domanda. Certo, bisognerà aspettare anche qualche anno per inoltrarla… Fino al 2025, quando la stazione sarà completata con tanto di interscambio tra treni metropolitani e quelli di superficie.

Loredana Lecciso ha un nuovo lavoro: ecco che fa adesso