Bufera su Chiara Ferragni: “Hai le mani sporche di sangue”. La foto che accende la polemica


E Chiara Ferragni finisce nella bufera. La blogger, che è considerata un’icona di stile con un guardaroba che più che un armadio sembra piuttosto un negozio extra lusso, è ovviamente un’appassionata ed esperta di moda. Vanta una collezione di abiti e accessori da fare invidia a ogni ‘fashion victim’ sulla faccia della terra e qualche giorno fa non ha potuto fare a meno di mostrare ai suoi follower la “nuova arrivata” tra le sue infinite e preziosissime borse. Si tratta di un pezzo esclusivo: una Birkin di Hermès in coccodrillo arancione.

Non è dato sapere se sia un regalo o Chiara l’abbia acquistata personalmente, ma in una delle Storie in cui fa vedere la bag è taggato uno shop milanese che è specializzato nella vendita di borse di lusso usate e vintage. C’è anche l’hashtag #adv nel post, dunque potrebbe averla ricevuta in dono o essere stata pagata per indossarla. (Continua dopo le foto)

https://www.instagram.com/p/BuEdCsnhDGt/



È una delle borse iconiche (e proibitive per le tasche dei più) di Hermès. Una Birkin di 30 centimetri in pelle di coccodrillo color arancio che nelle Storie Chiara ha presentato ai suoi fan con la didascalia “Ciao baby” e una serie di emoticon con le faccine con gli occhi a cuore. Il prezzo? Molto, molto elevato: ben 25mila euro, come si legge in un post della boutique che ha fornito l’accessorio a Chiara. Ma al di là del prezzo, come si può intuire è stata la borsa in sé ad aver acceso la polemica. (Continua dopo la foto)


Decine e decine i commenti di fan infuriati. O “scioccati”, come si definisce un’utente che poi attacca: “Come non ti vergogni. Dovresti sensibilizzare le persone a un altro tipo di abbigliamento che si può’ essere alla moda senza passare per la sofferenza di altri animali”. Poi è arrivata l’accusa dell’Aida (associazione italiana difesa animali e ambiente), che sul suo sito scrive che “Chiara Ferragni ha le mani sporche del sangue di migliaia di coccodrillini”. “La signora che vive felice nel cuore di City Life a Milano – si legge ancora – se ne frega, se ne frega che centinaia di cuccioli di coccodrillo vengono stipati in vasche di cemento e uccisi in maniera brutale”. (Continua dopo foto e post)


https://www.instagram.com/p/Bt5r-FqhFgD/

 


La richiesta è quella di far capire a Chiara che “i soldi sono sporchi di sangue”: “Per questo motivo l’Aidaa invita gli amanti degli animali a non seguire più le performance e a scrivere alla signora ricordandole che i suoi soldi sono sporchi di sangue, del sangue di animali morti per accontentare persone che per il loro egoismo permettono il sacrificio di milioni di animali ogni giorno, persone delle quali la signora Chiara Ferragni è testimonial perfette con le mani sporche del sangue di milioni di innocenti”.

Chiara Ferragni, evento annullato: “Inopportuno”. Ecco cosa è successo