Michela Magalli dopo il ricovero: “Sto bene e già a casa. Notizia ingigantita”


Le condizioni di salute di Michela, figlia del conduttore Giancarlo Magalli e Carla Crocivera, hanno fatto preoccupare tutti i fan martedì 4 dicembre, quando sul suo profilo Instagram sono apparse due Storie in cui la giovane influencer mostrava diverse immagini dalla stanza di ospedale in cui era stata ricoverata presso l’ospedale Gemelli di Roma. In una foto scriveva ironica “Pensieri e preghiere, grazie. Chi me l’ha tirata è riuscito benissimo”, in un’altra, con flebo al braccio e mascherina sul volto faceva vedere la dottoressa che si stava prendendo cura di lei sempre ringraziando le persone che le stavano vicine.

Ma probabilmente era stata questa sua (non) spiegazione ad allarmare maggiormente: “A una diagnosi, purtroppo, ancora non si è arrivati, potrebbe essere una malattia esantematica o infettiva, un virus come quello di epstein-barr, la linfomonocitosi adenopatica infettiva (nota anche come mononucleosi o ‘malattia del bacio’, ndr) o che ca** ne so io. Finger crossed for me” (ovvero ‘dita incociate per me’)”. (Continua dopo la foto)




La notizia del ricovero della giovane figlia di Magalli, una star di Instagram che conta oltre 25mila follower, ha fatto presto il giro di siti e giornali. Qualcuno deve aver esagerato, ingigantito la cosa usando i termini “dramma” e “condizioni gravi”, motivo per cui il giorno successivo a quelle Stories registrate dal policlinico Gemelli la stessa Michela è intervenuta di nuovo per fare chiarezza. E sottolineare quanto siano stato ingiusto l’utilizzo di quelle espressioni da parte di alcuni media. (Continua dopo la foto)



“Ringrazio tutti per i pensieri e i dolci messaggi – fa sapere Michela in un post – ieri volevo condividere con le persone che mi seguono la mia giornata, come faccio spesso, come una qualsiasi altra giornata. In mano ai media, però, la notizia di me in ospedale è stata esponenzialmente ingigantita da testate anche di un certo livello. Sto facendo delle analisi e alcuni esami. Negli articoli leggo ‘Dramma in famiglia’ e ‘condizioni gravi’, sembra veramente che sto a morì e non è così. Voler fare click sulla salute di una persona non è giusto, soprattutto perché non ho rilasciato alcuna dichiarazione né sono stata mai personalmente contattata da nessuno degli autori degli articoli”. (Continua dopo foto e post)


 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ringrazio tutti per i pensieri e i messaggi dolci. Ieri volevo condividere con le persone che mi seguono la mia giornata, come faccio spesso, come una qualsiasi altra giornata. In mano ai media però, la notizia di me in ospedale è stata esponenzialmente ingigantita da testate anche di un certo livello. Sto facendo delle analisi ed alcuni esami; negli articoli leggo di “dramma in famiglia” e “condizioni gravi”, sembra veramente che sto a mori’ e non è così. Fra un po’ mi aspetto che mi chiami la Taffo per chiedermi se preferisco essere sepolta in mattinata o nel pomeriggio. Voler fare click sulla salute di una persona non è giusto, soprattutto perché non ho rilasciato alcuna dichiarazione né sono stata mai personalmente contattata da nessuno degli autori degli articoli. Ve lo dico io, sto bene, adesso sono a casa, sul divano con le mie amiche. Non beviamo dallo stesso bicchiere e passa la paura. Don’t panic. Ora vado a darmi una bella grattata e ciao.

Un post condiviso da Michela Magalli (@michelamagalli) in data:

 


Ma come sta? Nello stesso post in cui si sfoga contro quelle frasi improprie, Michela Magalli fa sapere di stare bene e di essere già tornata a casa. Ha spiegato di essere comodamente seduta sul divano con le sue amiche. Dunque non è il caso di preoccuparsi eccessivamente: “Ve lo dico io, sto bene, adesso sono a casa, sul divano con le mie amiche. Non beviamo dallo stesso bicchiere e passa la paura”. E poi, con un pizzico di ironia, ha scritto anche: “Ora vado a darmi una bella grattata e ciao”.

“Super sexy”. Ecco Michela, figlia di Giancarlo Magalli. Papà gelosissimo. Le foto