“Cercasi contadino”, l’offerta di lavoro (vera) arriva dall’isola più remota del mondo. Se vuoi mollare tutto, è arrivata la tua occasione. Ecco come candidarsi


 

Lavoro da contadino offresi nell’isola più remota al mondo. L’arcipelago di Tristan da Cunha, minuscola area composta dall’omonima isola principale e da altre isolette disabitate nell’oceano Atlantico meridionale (si raggiunge via mare dopo una settimana di navigazione da Città del Capo, che da lì dista più di 2400 km) cerca un agricoltore. Non è solo un lavoro, ma anche una missione: l’isola – in difficoltà finanziaria – cerca qualcuno che la ‘salvi’ dalla dipendenza delle importazioni alimentari.

(Continua a leggere dopo la foto)



A Tristan da Cunha, la cui comunità di 265 persone vive grazie alla pesca di aragoste e alla coltivazione di patate, c’è da portare avanti il pascolo di 300 bovini e 500 pecore e aiutare la comunità nel migliorare la raccolta di frutta e verdura.

(Continua a leggere dopo  la foto)


Al candidato, a cui sarà offerto il costo del viaggio, alloggio e una retribuzione da concordare, è richiesto ‘spirito di comunità’ e voglia di vivere un’avventura esotica. Già in passato l’isola, che appartiene al territorio britannico, cercò di ‘importare’ lavoratori: allora serviva un professore, ma solo per sei mesi, questa volta invece l’offerta è di due anni di contratto (e meglio se ha avuto esperienze di lavoro in Gran Bretagna). Per i momenti di svago, scrivono nell’application (qui per candidarsi), non c’è problema: esistono “Un pub, un bar, una sala da ballo, una piscina e un museo”. E per le comunicazioni? Oltre a internet funzionante, la comunità è fierissima del suo ufficio postale. Anche questo, il più remoto al mondo

 

Potrebbe anche interessarti: ”Non dimenticheremo mai questo luogo”. E come darle torto! Per la luna di miele la coppia (ultra vip) è volata in un’isola privata ai Caraibi e ora condivide sui social gli scatti. Capito di chi stiamo parlando?