“Papà mi aumenti la paghetta?”. Lui, a 6 anni, è già esigente ma la risposta del padre fa il giro del web (da applausi)


 

Sei anni devono essergli sembrati l’età giusta per chiedere un aumento e così, un bambino di Saint Louis, Stati Uniti, ha scritto a suo padre chiedendogli che la sua paghetta venisse aumentata di 20 dollari. La ragione? Poterli spendere in giocattoli. Fin qui non ci sarebbe nulla di straordinario se non fosse che la vicenda, raccontata da ‘Metro Uk’, ha dell’incredibile.

(continua dopo la foto)



 

Dove dopo aver effettuato la richiesta, infatti, il bambino si è visto recapitare una lettera dalla ‘Banca di papà’ nella quale si legge che l’esborso è rifiutato “a causa di fondi insufficienti e di una storia di faccende irrisolte”. Un simpatico scherzo, quello realizzato dal padre del piccolo, che ha pubblicato l’immagine della lettera (con tanto di carta intestata della finta banca) su Imgur, dove ha ricevuto decine di commenti, diventando presto virale. “

Siamo spiacenti di informarla che al momento non siamo in grado di fornire un prestito di 20 dollari, come da lei richiesto – si legge nella lettera – Dopo aver esaminato il suo conto, abbiamo riscontrato che lei dispone di fondi insufficienti”. “Inoltre – spiega il papà – oltre 80 dollari sono già stati spesi per spese di rappresentanza a Natale. Si tratta di una quantità insostenibile di spese e a questo punto non possiamo aggravare ulteriormente la sua situazione finanziaria con ulteriori debiti”. “Però – si chiude ironicamente la lettera – se vuole reclamare può sempre contattare questo numero (il numero della mamma). Il nostro manager potrebbe riuscire a convincerci e farci cambiare idea”.

Caffeinanews by Adnkronos 

(www.adnkronos.it)

Ti potrebbe interessare anche:  Sogni da bambino, la casetta sull’albero è diventata una reggia