Tim presenta il nuovo logo e subito scoppia la polemica. Lo scivolone fatto dall’azienda è incredibile. L’avete già notato anche voi?


 

L’Ad di Telecom Italia Marco Patuano ha presentato il nuovo logo dell’azienda: un’icona rossa che, sfruttando lo spazio negativo, ricrea una “T” e la scritta “TIM” bianca su sfondo blu. Una piccola rivoluzione grafica da cui partire per un rinnovamento dell’identità aziendale. Il problema? Il logo è identico a quello di un’applicazione. Quale?

(Continua a leggere dopo la foto)



Si chiama “iCal Widget” e come logo ha proprio una sorta di doppia “T” su sfondo blu, a differenza di quello della TIM posizionato su un rosso. Una grande operazione di rebranding portata avanti da un’azienda già ben avviata: InterBrand, che, tra gli altri, ha avuto come clienti Juventus e Inter. Eppure lo scivolone qui pare palese: il logo è innegabilmente lo stesso, colore a parte. Un’ispirazione comune?

(Continua a leggere dopo la foto)


Difficile pensarlo vista l’importanza dello studio che l’ha realizzato. Più facile ipotizzare un clamoroso caso sfortunato, che ha portato TIM ad avere lo stesso logo di un’applicazione/calendario per tenere traccia dei propri impegni. L’azienda non ha ancora commentato la scoperta, ma a questo punto difficilmente può tornare sui propri passi. Nel frattempo, puntuali, sui social non sono mancati i messaggi sarcastici. L’operazione sarà supportata da tre testimonial di spicco: Sir Tim Berners-Lee, Fabio Fazio e Pierfrancesco Filiberto, meglio conosciuto come Pif.

Potrebbe anche interessarti:  Gli artigli della Cina su Telecom Italia, vuole i cavi dove viaggiano le nostre telefonate