“Vergognati!”. Il campione posta foto con la figlia e il web insorge. “Idiota”, “Stron*o” e altri insulti irripetibili: massacrato. E il motivo è assurdo


 

Posti una foto con tua figlia sui social per lanciare un messaggio positivo data la tua notorietà e vieni massacrato dagli utenti. È l’assurda vicenda accaduta a Ivan Zaytsev, stella del Modena Volley e della Nazionale, che su Instagram ha mostrato la foto della sua bambina dopo essere stata dal dottore. “E anche il meningococco è fatto! Bravissima la mia ragazza sempre sorridente”, così ha scritto, con un semplice post pro vaccini ha scatenato gli haters del web, attirandosi anche pesanti offese razziste. Diverse persone hanno polemizzato con lui in merito alla correttezza o meno dei vaccini, alcuni sono stati molto pesanti, al punto che lo stesso campione avrebbe scelto di cancellare dalla sua pagina alcuni commenti perché di pessimo esempio per chiunque li leggesse. Tra i post molti sono di stampo razzista, il campione viene appellato come “zingaro” e diversi utenti del fronte “no-vax” (quelli contrari ai vaccini) lo invitano a tornare a casa. (Continua a leggere dopo la foto)








Le eccessive offese dei no vax hanno fatto sì che diversi personaggi prendessero le difese del pallavolista, tra cui il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. La stessa moglie di Zaytsev si è espressa sul caso, postando sulla sua pagina alcune offese e commentando: “Eppure il cuore è uguale in tutti gli esseri umani”. A quanto pare non è così. In Italia il clima è tesissimo e la polemica, soprattutto sui social, è sempre dietro l’angolo. Il problema è che ogni cosa diventa subito motivo di insulti, attacchi personali: si deve correre al più presto ai ripari, ognuno facendo la propria parte. (Continua a leggere dopo la foto)






Sull’argomento specifico, come è noto, anche l’immunologo Roberto Burioni in un post sul suo profilo Facebook ha attaccato anche il ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini, che si è detto contrario ai dieci vaccini per i bambini perché “inutili e a volte dannosi”. Le parole del medico: “Giudicherò questo governo solo dai fatti, ma l’incontro di un sottosegretario con dei genitori ‘free vax’ capitanati da un ex-medico radiato dall’ordine (avete letto bene: radiato) non promette nulla di buono. Speriamo bene”, ha scritto Burioni. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Dieci vaccini non sono inutili e tanto meno dannosi, anzi proteggono anche lei Salvini, i suoi figli e i suoi elettori. Questa è una bugia pericolosissima, se la dice chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è cosa molto preoccupante. Sfido pubblicamente Salvini a indicare quali vaccini siano ‘assolutamente superflui’ – aggiunge in un tweet successivo – indicando la bibliografia che supporta le sue affermazioni, altrimenti avremo la certezza che il Ministro degli Interni racconta pericolose bugie”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Arrivano “strane” notizie su Matteo Salvini: è Elisa Isoardi a dire tutto. Scoppia il caso

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it