“Se l’è cercata”. L’ultimo sfregio a Fabrizio Frizzi. Dopo la morte del conduttore, mentre tutti si straziavano per la sua scomparsa, è accaduto qualcosa di veramente spregevole. Di cosa lo hanno accusato (con piena convinzione). C’è solo da vergognarsi


Fabrizio Frizzi si è spento a 60 anni (compiuti lo scorso febbraio) all’ospedale Sant’Andrea di Roma per un’emorragia cerebrale lasciando un vuoto enorme intorno a sé. Fabrizio Frizzi era sotto osservazione medica dopo quel malore che aveva avuto a ottobre 2017 mentre registrava una puntata de L’eredità: si trattò di ischemia e Frizzi restò per diverso tempo in ospedale. Nel frattempo, però, con quel suo cuore buono che lo contraddistingueva, per far star tranquilli i fan, mandava loro messaggi dicendo che si stava rimettendo e che non avrebbe smesso di lottare. Poi, a dicembre, dopo essere stato sostituito da Carlo Conti alla conduzione de L’Eredità, è tornato. Precisando però che la cosa non era finita ma che lui avrebbe continuato a lottare. Aveva anche detto che, se fosse guarito, avrebbe raccontato tutta la sua malattia. Ma non ha fatto in tempo perché Fabrizio Frizzi è morto prima. E mentre in queste ore, migliaia di persone sono in coda alla camera ardente allestita alla Rai per portare l’ultimo saluto a Frizzi, sui social sta succedendo qualcosa di vergognoso. Non troviamo altri termini per descrivere il fatto. Continua a leggere dopo la foto








Su Facebook, dove esistono tantissimi profili di ultra-animalisti vegani ortodossi, seguaci della “medicina” alternativa, sono spuntate parole di odio verso Fabrizio Frizzi che, secondo quanto scrivono i proprietari dei profili, se la sarebbe cercata, la morte. La vera ragione per cui il conduttore è preso di mira da queste persone è il fatto di essere stato testimone della fondazione Telethon. E quindi? Telethon è da anni presa di mira da molta gente (integralista, seguace della medicina alternativa e via dicendo) perché accusata di finanziare la ricerca scientifica che fa uso di esperimenti sugli animali. E così, per quel suo legame con Telethon, Frizzi è stato bersagliato. Proprio a poche ore dalla morte. Continua a leggere dopo le foto






 



 

Come ha riportato Nextquotidiano, dai profili di questi animalisti è partita una mitraglia di insulti contro il povero Frizzi. Uno su tutti è quello di una donna che ha scritto un post pubblico per spiegare al mondo che in qualche modo Frizzi se l’è andata a cercare: “Scusate ma non posso avere pena per chi ha condotto Telethon! Probabilmente non conoscete i stabulari… mi dispiace ma è un mio limite… esiste il karma”. E ancora un altro utente ringrazia Frizzi per “aver contribuito alla sofferenza atroce che hanno e continuano a vivere gli animali di laboratorio”. In tutto questo blaterare fandonie, c’è anche chi approfitta per fare propaganda alla propria pseudodisciplina, per esempio gli adepti della Nuova medicina germanica, quella che segue il medico radiato Ryke Geerd Hamer. In base ai suoi principi, infatti, i tumori cerebrali non esisterebbero. Per cui la morte di Frizzi sarebbe da attribuire a un errore dei medici. Preferiamo non aggiungere altro.

“Il suo periodo buio”. Fabrizio Frizzi, a poche ore dalla morte arriva la rivelazione inaspettata. Ciò che si è saputo sul conduttore è molto diverso dalla “versione” che tutti conoscevano

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it