Se l’uomo perde l’eccitazione quando fa sesso la “colpa” è della donna. Ecco, allora, cosa dovrebbero fare i maschi (vi avvisiamo: voi signore e signorine vi infurierete, come minimo)


 

“Bisognerebbe pensare alla propria moglie come a Medusa”. E per una suocera ci potrebbe stare. Ma per la propria moglie? Pure. Almeno a leggere le parole di Larry Solomon, sul BiblicalGenderRoles.com. un sito che si proclama cristiano e che consiglia di non guardare la moglie in faccia mentre si fa l’amore con lei. Secono Salomon si tratta di una strategia preventiva per evitare la sindrome del rifiuto se si vede la propria donna non godere durante il rapporto. E’ anche, aggiunge, un modo per non perdere l’eccitazione se le espressioni e le smorfie non sono quelle che un uomo vorrebbe vedere. Nel post l’autore stila proprio una serie di consigli di cui tenere conto tra le lenzuola. Tra tutti l’importante è concentrarsi al 100% solo sul corpo della donna, un aspetto fondamentale per avere il massimo del piacere. L’amore per la moglie e per il suo viso deve essere libero dall’associarlo al peccato. Salomon non è nuovo a questo tipo di uscite (infelici) in passato ha detto che se la moglie vuole una pausa dal sesso deve chiederla al marito con rispetto e umiltà perché il suo corpo appartiene a lui.







Ti potrebbe interessare anche:  Porno in aeroporto. Aspettavano i bagagli quando, per errore, sugli schermi è partito il sesso esplicito. E queste immagini hanno fatto il giro del web

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it