“Basta” e stavolta Linus non ci ripensa. Ecco cosa ha deciso di fare (e perché è dovuto arrivare a tanto)


 

Linus non è più su Twitter per colpa di alcuni tifosi della Juventus. Incredibile ma vero. Lui stesso spiega esattamente com’è andata sul suo blog: “L’altro ieri ho deciso di dire addio a Twitter: dispiace molto poichè lo ritengo uno strumento semplice e divertente oltre che utile, ma la mia serenità vale molto di più. Ho un rapporto bellissimo con il 99% dei tifosi della Juventus, purtroppo un gruppo di ultras bianconeri pensava che fossi la loro bambola voodoo”. In particolare ci sono stati due momenti che hanno scatenato gli insulti: “Il primo è avvenuto dopo Juventus-Roma di un anno e mezzo fa: durante la puntata di Sky mi chiesero cosa ne pensavo di Moggi e Calciopoli, la mia risposta fu che non vedevo il bisogno di tutte quelle magagne considerando la squadra che avevamo. Il secondo riguarda Allegri: vivendo a Milano, ai tempi del Milan lo vedevo spesso in compagni di Galliani in giro per ristoranti e, alla notizia del suo arrivo in bianconero, decisi provocatoriamente di ‘dimettermi’ da tifoso, anche se poi col passare del tempo mi sono ricreduto e l’ho detto in più occasioni”.

(continua dopo la foto)







Alla fine è solo calcio: “Vorrei che tutti si guardassero allo specchio e si chiedessero se nella loro carriera di tifosi non hanno mai insultato o contestato qualcuno: si tratta di mera vita digitale che non ha nulla a che fare con quella reale. Prima della finale di Berlino incontrai alcuni supporters bianconeri, uno di loro mi riconobbe e mi chiese se non fossi io quello che si era ‘dimesso’. Io gli chiesi se anche lui non avesse mai fatto qualche stupidata da tifoso, alla fine ci abbracciammo e ci facemmo una foto. E’ solo calcio ragazzi”. E’ solo calcio, lo diciamo anche noi!

Ti potrebbe anche interessare: “Mio figlio è fuori pericolo”, Linus annuncia ai suoi fan la buona notizia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it