“Vergogna, è una cosa che non si fa”. Matrimonio con (forte) polemica. Le immagini rubate finiscono sul web e monta la protesta: “Così è davvero troppo”


La ricchezza non è un peccato, un qualcosa di cui vergognarsi. Almeno quando deriva da fonte legale e non è il risultato di sfruttamento. C’è gente che resta affascinata dallo sfarzo di vip, grandi imprenditori o, semplicemente, di chi ha fatto fortuna. Altri, al contrario, pur restando indifferenti all’altrui ricchezza detestano l’ostentazione, lo sfarzo inutile. Ed è vero soprattutto in un momento in cui, in Italia e altrove, sono in milioni a vivere quotidianamente difficoltà derivanti da precarietà del lavoro, disoccupazione, costo della vita non al passo con il reddito medio. E, difatti, in occasione di una mega festa vip, di quelle per le quali non si bada a spese, l’opinione pubblica si divide tra quelli che “alla fine sono soldi loro, ne facciano ciò che credono” e quelli che “va bene tutto, ma non ostentate perché causa rabbia tra chi non arriva alla fine del mese”. Come quando in televisione mostrano immagini di serate nei locali vip in cui i clienti arrivano a spendere decine di migliaia di euro in bottiglie di champagne e costosissimi ‘bocconcini’. Posizioni entrambe legittime e certamente non giudicabili. (continua dopo la foto) 



L’ultimo caso arriva dall’Arabia Saudita, paese che da sempre genera scenari da ‘mille e una notte’ e il video sbarcato sul web ha sollevato non pochi ‘mugugni’ tra gli utenti di tutto il mondo. Si tratta di un matrimonio, celebrato nella città di Gedda. Tutto sembrava filare liscio, si fa per dire considerando lo sfarzo, fino al momento dell’entrata in sala di torte molto, ma molto speciali. Critiche giustificate dall’indice di povertà nei paesi arabi, dove la distribuzione della ricchezza, nonostante la vastità delle risorse naturali, continua a essere un problema strutturale. Il video mostra sei camerieri che, preceduti da musicisti, entrano nella sala portando delle strane torte. Casse bianche, molto familiari a chi è minimamente appassionato di tecnologia. Subito le prime notizie: quelle casse contenevano iPhone 8 e ogni invitato ne ha ricevuto uno in omaggio. (continua dopo foto e video)



 


Il video non ha tardato a rimbalzare tra un social e l’altro proprio per le ragioni appena esposte. Non sembra aver fatto piacere né ai sudditi né all’opinione pubblica degli altri paese della regione, alcuni dei quali alle prese con guerre devastanti, terrorismo e instabilità politica ed economica. Ed è così che sono arrivate le prime smentite. Uno degli invitati, per esempio, ha dichiarato a un media locale che le casse in questione non contenevano nessun iPhone, che si trattava semplicemente dolci realizzati in quel modo e che regalare dolci durante un banchetto di nozze è una tradizione che manifesta ospitalità e che essere simili agli smartphone della Apple è stata una semplice casualità. Eppure, da quello che si legge online, gli utenti non sembrano convinti e considerano la reazione di quell’invitato come parole dirette a spegnere la polemica. Resta dunque il dubbio tra il Kitsch e l’ostentazione di ricchezza.

Matrimonio choc: succede proprio poco prima della cerimonia. Quei due si avvicinano e, da quel momento, l’orrore. Dopo viene a galla l’amara verità: lo squallido perché di tutto ciò