“Devi pagare!”. Per Morgan è davvero un anno maledetto. Dopo la sfuriata e gli insulti contro Maria De Filippi adesso un nuovo caso coinvolge l’ex cantante dei Blue Vertigo. Stavolta è addirittura finito in tribunale


 

Un anno maledetto per Morgan, al secolo Marco Castaldi, che non riesce proprio a uscire dalla spirale di problemi e guai nella quale è precipitato dopo la rottura a Amici. Stavolta a tirare in ballo l’ex leader dei Blue Vertigo è l’ex moglie Asia Argento che, senza troppi preamboli ha portato il cantante in tribunale. Colpa degli alimenti non versati alla figlia Anna Lou. Secondo quanto riporta Novella 2000 la denunci non sarebbe dei giorni scorsi ma risalente addirittura allo scorso aprile. Morgan, da parte sua, risponde attraverso il suo legale Giampaolo Cicconi che, sempre al rotocalco, spiega: «Il mancato versamento degli alimenti è dovuto in parte anche a un mancato guadagno di Morgan: Sky non gli avrebbe pagato l’intero ingaggio a causa di inadempienze contrattuali nel 2014». Una versione che non sembra metterlo a riparo dalla legge e dai suoi doveri. Doveri verso i quali (sul piano generale e non relativi al caso specifico) Morgan è da sempre riottoso. Su di lui si era espresso anche Maria De Filippi, dopo la lite che aveva fatto discutere tutto il paese. (Continua dopo la foto)



“Considero Morgan – aveva detto la conduttrice all’indomani dell’addio alla scuola di Amici- un artista a tutti gli effetti, un uomo pieno di cultura, pieno di ironia e di doppifondi (perché contengono tutto e il suo contrario), di conoscenza e di esperienza. È un musicista e sa tanto di musica, doti eccezionali per ricoprire, credevo, il ruolo di Coach capitanando una delle due squadre che si fronteggiano durante la fase serale di Amici. E ho sbagliato – sottolinea – Non nel riconoscergli queste prerogative perché le ha, ma perché ho creduto che potessero bastare, non valutando che avrebbe anche dovuto ricoprire un altro aspetto purtroppo altrettanto necessario: corrispondere alle esigenze dei ragazzi”. (Continua dopo le foto)



 

Per poi continuare: “Creare quel legame che porti i ragazzi in gara, a credere nel loro coach; far si che i ragazzi gli riconoscano le capacità di guida e di crescita come è giusto che sia in ogni rapporto costruttivo e mai impositivo. Questo non è successo. Anzi purtroppo è successo l’esatto contrario”. Insomma, genio e sregolatezza. Pure se il cantante pare stia cercando di dare una svolta alla sua esistenza rock ‘n roll candidandosi in Sicilia con Vittorio Sgarbi che la scelta di legare il suo nome a quello del critico d’arte sarà la scelta giusta o l’ennesima goccia di benzina sul fuoco? Vedremo.

“Ma che succede, caro Morgan?”. Sembrava aver lasciato la piazza e, invece, eccolo più pimpante che mai. Il cantautore è stato infatti beccato con una misteriosa biondina