“Era solo un taglio sulla gamba”. Pubblica questa foto su Facebook e, con un coraggio e una forza inimmaginabili, si mostra al mondo così. Ha solo 28 anni, ma quello che è successo al suo corpo è allucinante


Aveva solo 23 anni e la sua vita non poteva andare meglio: amici, fidanzato, università e un futuro che la stava aspettando e nel quale lei contava per realizzare tutti i suoi sogni. Aimee Copeland è una ragazza di Atlanta, in Georgia (Stati Uniti) e nel 2012 la sua vita è stata completamente stravolta. Era in vacanza con il suo compagno e un gruppo di amici quando è stata infettata da un insetto. A causa di questo fatto le è venuta la fascite necrotizzante causata dall‘Aeromonas hydrophila, un batterio di solito legato alle malattie intestinali. La ragazza si era ferita durante una sessione di kayak sul fiume Tallapoosa. Trasportata in ospedale per una ferita al polpaccio, le sono stati applicati 22 punti. Ma il giorno dopo ha accusato fortissimi dolori e da quel momento è iniziato un calvario terribile. Il suo corpo era a tal punto contaminato che i medici per salvarle la vita sono stati costretti ad amputarle la gamba sinistra, il piede destro ed entrambe le mani. Inizialmente, i dottori credevano che non sarebbe stata capace di guarire e di sconfiggere l’infezione. Proprio sulla base di questa speranza i medici l’hanno sottoposta a una serie di interventi chirurgici, alla terapia intensiva e a ogni tipo di cura, ma alla fine sono stati costretti a procedere con l’amputazione. (continua a leggere dopo la foto)



In questo modo, le hanno dato la possibilità di sopravvivere. Durante la difficile prova, lei è rimasta straordinariamente ottimista e ha deciso di usare la meditazione per controllare il suo dolore. Ma certamente non era finita lì. Dopo le operazioni Aimee ha dovuto altri dolorosi interventi chirurgici, come gli innesti di pelle: “Durante l’innesto di pelle più recente, i chirurghi sono stati costretti a prendere parti del muscolo dall’addome di Aimee per creare un lembo sopra l’arteria iliaca nel suo inguine – ha raccintato la madre -.Piange così tanto dal dolore, poi smette perché il pianto le fa male allo stomaco”. Ma la coraggiosissima ragazza è viva e oggi è felice di potersi ancora godere la vita. Naturalmente, non è stato semplice adattarsi ad un cambiamento fisico tanto radicale, visto che da un giorno all’altro si è ritrovata a dover imparare a vivere senza arti. (continua dopo le foto)



 

Di recente, però, ha trovato di nuovo il coraggio di mostrarsi in bikini ed ha mostrato la foto su Facebook. Nella didascalia ha poi scritto: “Mi ci è voluto molto tempo per sentirmi a mio agio con il nuovo corpo. Tutti abbiamo delle imperfezioni e c’è tanta bellezza nei nostri difetti. Le cicatrici ci aiutano a costruire il carattere”. Secondo la ragazza, non conta quello che si possiede ma piuttosto quello che si fa con quello che si possiede. Il suo obiettivo è diventare un punto di riferimento per tutte quelle persone che non si accettano così come sono. Lei ha dimostrato che solo amando i propri difetti è possibile cominciare a godersi la vita e il momento in cui si raggiunge questa consapevolezza è in assoluto il più bello del mondo.

Bebe Vio torna all’attacco: oggi per lei e per tutti (anche se in molti non lo sappiamo) è una giornata speciale. La campionessa ha lanciato un appello. Le sue parole