Fratello e sorella rivelano: “Dormiamo insieme”. I dettagli choc della loro storia


Un caso che divide e fa discutere quello della 28enne Ana Parra e del 25enne Daniel Parra. Giovani, innamorati, lei incinta partorirà tra 12 settimane. Un problema? Sì e grande perché non è un caso che i due ragazzi abbiano lo stesso cognome: sono fratelli. A quanto si apprende infatti, il padre di Ana, che si dice entusiasta dell’unione dei pargoli, lasciò lei e la madre quando lei era solo una bambina. Colpa di un’altra donna dalla quale aveva avuto un maschietto e che era diventata la sua nuova famiglia. Una voce con la quale Ana ha dovuto combattere per anni fino a quando, grazie a Facebook, è riuscita a rintracciare il fratello.“ Avevo 20 anni e tanta voglia di scoprire – racconta – Ci siamo incontrati due giorni dopo che l’ho contattato e da allora non ci siamo mai separati”. Un unione forte che dall’amicizia è passata presto a qualcosa di più forte che aveva il sapore dell’amore vero e sincero: “Eravamo a una festa e ci siamo baciati”, racconta Daniel. Da lì è iniziato tutto anche la paura di essere giudicati. Per mesi hanno tenuto nascosta la loro relazione, fino a quando un giorno, non avevano decido di dirlo a tutta la Spagna. (Continua dopo foto e video)







Letteralmente: avevano confessato il loro amore andando in televisione. E naturalmente il loro rapporto ha diviso il pubblico: c’era chi supportava questa scelta dettata dall’amore, per altri invece erano i due erano dei “peccatori”. La stessa Ana ha confessato: “Non parlo più con mia madre, ma mi hanno detto che non l’ha presa bene”. Adesso Ana, riporta il sito piccole storie ha 28 anni e lavora in un negozio, mentre Daniel, che ne ha 25, è impiegato in un supermercato. I due condividono la stessa casa, il cane e… lo stesso padre. E tra 12 settimane la donna darà alla luce il loro primo figlio. Ed ecco dove la questione diventa complicata che butta un’ombra sulla relazione. (Continua dopo le foto)








 

I bambini nati da relazioni incestuose hanno il 25% di possibilità in più di sviluppare condizioni genetiche ereditarie. Inoltre, legalmente Ana può essere riconosciuta come madre, ma Daniel solo come lo zio del piccolo. Inoltre, il matrimonio tra fratelli non è riconosciuto in Spagna. I due hanno tuttavia organizzato una cerimonia simbolica, per festeggiare la loro unione. Non si può dire che manchi l’amore in questa coppia e i due fidanzati hanno avuto coraggio nel venire allo scoperto. D’altra parte difficile anche prendere una posizione precisa in una situazione del genere.

“Troviamo Sergio!” La campagna su Facebook è subito virale ed è una delle più romantiche di sempre. Chi è l’autore di questa dedica d’amore? Una storia davvero eccezionale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it