Gianna Nannini nella bufera. Il pubblico del Wind Summer Festival l’ha capito subito e, in un baleno, ha iniziato a inveirle contro sui social. È successo tutto ancor prima che la rockstar scendesse dal palco


 

Il pubblico del Wind Summer Festival l’ha capito subito e non è restato a guardare. Ha inforcato lo smartphone (o la tastiera del pc) e riversato sui social tutto il suo disappunto dopo aver visto in tv l’esibizione di Gianna Nannini, la rockstar 61enne che di recente ha annunciato l’unione civile con la compagna Carla e la stepchild adoption per la figlia Penelope, 7 anni a novembre. La prima puntata della manifestazione musicale organizzata da Wind telecomunicazioni è andata in onda martedì scorso. Si tratta di quattro serate, in programma su Canale 5, che sono state registrate a piazza del Popolo, a Roma, una decina di giorni fa e che hanno lo scopo di premiare la canzone più trasmessa dalle radio durante l’estate. Il Wind Summer Festival è registrato per un motivo semplice: proprio perché tutti gli artisti si esibiscono live, coi cambi di palco la diretta non sarebbe fluente. La Nannini, tuttavia, che si è esibita come ospite col suo pezzo del 2006 ‘Io, ha preferito cantare in playback. Non live. E questo ai telespettatori non è piaciuto affatto. (Continua dopo la foto)



Non è sfuggito al pubblico da casa il fatto che l’artista 61enne non abbia regalato uno spettacolo live. È stata l’unica, tra l’altro, e non è nemmeno la prima volta che la Nannini preferisce cantare in playback. È già successo ai Wind Music Awards che si sono tenuti un mese fa all’Arena di Verona e anche un paio di anni fa al Festival di Sanremo. Una scelta, questa di non esibirsi live, che come detto le è costata parecchie critiche in rete. L’artista senese, però, non ha ancora replicato a chi l’ha bersagliata sui social e chissà se mai lo farà. Adesso i pensieri sono tutti per l’uscita del nuovo album prevista in autunno. Si chiamerà Amore Gigante e sarà disponibile in tutti i negozi e digital store a partire dal 27 ottobre prossimo. (Continua dopo le foto)



 

Di recente, si diceva, la Nannini ha anche annunciato l’unione civile con la compagna Carla e la stepchild adoption per la figlia Penelope. “Faccio i bagagli e cerco una casa in affitto a Londra per viverci – scrive nella sua autobiografia e lo ribadisce al Corriere della Sera – Mi ci trasferisco con Carla e Penelope. Non ci sono leggi, in Italia, che mi garantiscano cosa succederebbe a Penelope se me ne andassi in cielo. Quindi me ne vado in questo Paese, l’Inghilterra, dove sono rispettata nei miei diritti umani di mamma, e dove registro anche i miei dischi da trent’anni. Faccio l’unione civile con Carla e la stepchild adoption, perché adesso è questo l’unico vero nucleo familiare di cui posso fidarmi”. E aggiunge: “Ho scelto di vivere qui perché così mia figlia Penelope cresce senza preconcetti. Ho pensato di darle garanzie e rispetto. Allora da noi non c’erano nemmeno le unioni civili, figuriamoci la stepchild adoption”.

Quando, a 54 anni, Gianna Nannini decise di rimanere incinta contro di lei si scatenò il putiferio. “Mi hanno tutti rotto i cogl…”, dice ora la cantante. Intanto Penelope ha 6 anni e sta succedendo questo