”Si è mangiata un messicano”. Sale sull’aereo e si ritrova seduta accanto a un uomo che inizia a prenderla in giro pesantemente. Dopo la mortificazione iniziale


 

La vita delle persone plus size, a volte, è dura. Spesso si ritrovano ad avere a che fare con persone insensibili che ridono di loro alle spalle o che, addirittura, usano parole sgarbate rivolgendosi direttamente alla persona. Come se una persona plus size non avesse un cuore e fosse un bersaglio per gli insicuri criticoni che non hanno altro a cui pensare nella vita. Voi direte che stiamo esagerando. E invece non è così. Certe cose capitano davvero anche se tutto questo può suonare assurdo. Se non ci credete, fareste bene a leggere la storia di Natalie Hage, modella plus size, che, a Vanity Fair, ha raccontato il suo calvario del suo viaggio in aereo per raggiungere Los Angeles. “Avevo pagato 70 dollari in più perché so che ho bisogno di spazio extra su sedile – ha detto la ragazza – ma quando sono salita sull’aereo c’erano solo sedili centrali disponibili. Mi sono seduta e l’uomo accanto a cominciato a mostrarsi insofferente e a mandare messaggi. Erano su di me. Credo mi abbia anche fotografata”. Cose del genere succedono spesso, ha sottolineato Natalie: per una persona grassa sono il pane quotidiano. Continua a leggere dopo la foto



‘’Scriveva ‘Credo che non abbia mangiato messicano, ma che si sia mangiata un messicano. E ancora ‘Di me rimarrà una macchia nera sulla parete per quanto mi stringe’, scriveva l’uomo” e lei, che poi ha reagito da gran signora, lì per lì non è stata affatto contenta. Anzi, si è sentita mortificata. Non è mai bello essere giudicati per il proprio aspetto fisico. Figuriamoci quanto è terribile essere presi in giro.  “Io non ho occupato il suo spazio – ha continuato Natalie – ho cercato di stare il più possibile nel mio. Ho anche chiesto alla persona dall’altra parte di cambiare posto, ma ha riso e detto di no”. Ma sono cose all’ordine del giorno, per chi non ha un fisico asciutto e snello. Purtroppo, aggiungiamo noi. Continua a leggere dopo le foto



 

“Succede sul bus, in fila per un concerto o alla cassa del supermercato. Non occupi lo spazio degli altri, ma dai fastidio comunque e cercano di insultarti. Tutto quello che puoi fare è avere la certezza di non aver fatto nulla di male solo esistendo e muovendoti”. Ma Natalie non è rimasta in silenzio, anzi, si è vendicata per bene nei confronti dell’uomo che scriveva di essere sicuro che l’aereo non sarebbe riuscito a decollare a causa del peso di lei. “Ho postato su Instagram le foto e il video su Facebook, già visto più di un milione di volte. L’uomo si è scusato dicendo che aveva bevuto prima di salire a bordo”. E ora, ne siamo certi, si starà facendo il mea culpa. Di sicuro la prossima volta ci penserà due volte prima di sparare cavolate. 

Leggi anche: “Budellona, fai schifo”. Doveva essere il giorno più bello della sua vita: aveva indossato un abito da sera per andare al ballo della scuola ma, quando la vedono vestita elegante, tutti la prendono in giro con cattiveria e lei cade in depressione