Sospettate che vostro marito dedichi troppe attenzioni a un suo contatto Facebook? Beh, c’è un modo per capire che tipo di interazioni (e intenzioni) ha. Lo strumento (facile facile) che vi permette di tenere sott’occhio tutte le “attività” del vostro lui


 

“Una donna gelosa è capace di essere più scrupolosa e affidabile nelle indagini, rispetto a quelle dell’Fbi americano”, recitava un famoso quanto geniale spot pubblicitario di una nota marca di borse. Ma non è di certo una follia fuori dal comune. Pensate a quanti uomini sono stati beccati con le mani nel sacco, da donne motivate e senza scrupoli che hanno dedicato ore e ore di vita alla ricerca di indizi che dimostrassero l’infedeltà del proprio partner. Ecco, da oggi, dimenticate le tante ore, perché Facebook, ovvero il più grande database di tresche e scappatelle del mondo (non ce ne vogliano le app di incontri), ha creato per voi uno strumento in grado di dirvi quali sono gli interessi specifici di determinati utenti. No, non c’è bisogno di hackerare niente e no, non c’è bisogno di entrare di nascosto nel profilo del partner mentre dorme o si fa la doccia. È un sistema semplice, geniale e del tutto legale, quindi prendete carta e penna e preparatevi ad entrare nella mente del vostro uomo. Partiamo da un presupposto fondamentale: se ad un uomo piace qualcosa, pigia il like: Facebook; Instagram; Tinder, poco conta. (Continua dopo la foto)



Il “mi piace” è d’obbligo, come fosse quasi una forma di interesse incondizionato (e nella maggior parte delle volte, innocuo). Ma nella pletora di funzioni che si annidano tra i tentacoli del social network, ce n’è in realtà una che consente di capire proprio questo, cioè quali siano le fotografie che si sono meritate il pollice all’insù. È Diletta Parlangeli di Wired.it che per prima, in Italia, ha scoperto il trucco che rivoluzionerà la vita di tantissime coppie. Basta andare sulla barra di ricerca e digitale “Photos liked by”. Il primo suggerimento è “me” e serve a vedere quali foto ha apprezzato il proprietario del profilo. Ma la ricerca è del tutto personalizzabile. Prima di tutto, i filtri sulla sinistra dello schermo permettono una selezione seguendo parametri cronologici, o di popolarità. (Continua dopo le foto)



 

Poi, è possibile controllare quali like hanno messo i propri amici, i Gruppi, o entrambi. Cliccando su “scegli sorgente”, si ottiene una scrematura in base a uno specifico profilo. E ancora: si può scegliere tra i post pubblicati in determinati Gruppi, decidere di scandagliare solo un anno alla volta (es. 2016, 2017) o un luogo alla volta (questa funzione propone filtro in base alle recenti localizzazioni dell’utente). Per ognuna è possibile aggiungere un nuovo filtro a piacimento. Non è ben chiaro quale sia l’obiettivo finale dell’opzione e non per tutte le chiavi di ricerca esistono risultati (è chiaro che possa dipendere dalle impostazioni della Privacy dei propri contatti): intanto, però, una nuova carriola di fatti altrui è dietro l’angolo. Facile, no?

Ti potrebbe anche interessare: A chi non è mai capitato di dare una sbirciatina? Adesso dovrete stare attenti: spiare il cellulare del proprio partner vi fa rischiare veramente tanto. Ecco cosa c’è da sapere